Il segno di Maurizio Cattelan sulla Milano Art Week, con due installazioni

Maurizio Cattelan donerà una delle sue opere iconiche al Museo del Novecento di Milano: si tratta di Ninna nanna e in questi giorni di Art Week è esposto nello storico Tempio Crematorio all’interno del Cimitero Monumentale. L’opera è stata eseguita nel 1994 ed è compostata dal suo grande pallet di legno, la sua qualità è poggiati altrettanti involucri de plastica pieni di macerie.

Sono i detriti della Strage di via Palestro, il compiuto attentato da Cosa nostra a Milano, sarà il 27 luglio 1993. In quella drammatica occasione, l’esplosione di un’autobomba provocò la morte di cinque persone, che erano tre del fuoco, un poliziotto locale e un cittadino marocchino, e il festival di altre 12. L’impatto ha anche danneggiò alcuni ambienti della vicina Galleria d’Arte Moderna e ha causato il crollo del muro esterno del PAC – Padiglione di arte contemporanea. Iconico anti-monumentale eppure, in quanto ricercatore dell’artista italiano vivente più famoso al mondo, è la prima volta che l’opera arriva a Milano.

Nel 2020, la casa di questo Phillips mette in vendita l’opera, senza però riuscire a trovare un acquirente. Fu quindi lo stesso Cattelan a riacquistare l’opera, per una somma non rivelata publicmente. «Ninna nanna Si tratta di una delle opere d’arte originali realizzate nel 1994, completata fino in fondo e ora donata al Museo del Novecento di Milano. Sono felice che questa persona in particolare operi all’interno della collezione pubblica della città”, ha detto Cattelan in una nota.

A rinsaldare il profondissimo rapporto di Cattelan con Milano – dopo la mostra al Pirelli HangarBicocca – anche un’altra installazione, in esposizione presso Casa Corbellini-Wassermann, spazio espositivo di Max De Carlo, lo storico gallerista dell’artista. intitolata VoiL’opera presenta uno degli elementi più utilizzati da Cattelan: un manichino con le sembianze dell’artista, elegantemente vestito e con un mazzo di fiori nella mano destra, attaccato con un berretto al soffitto della lussuosa sala da bagno rivestito di marmo verde.

Add Comment