ALLA TENDA SPAZIO ALLA MUSICA TRA CONCERTI ROCK E JAZZ — Sito Ufficio Stampa Comune di Modena

Concerti rock e jazz, con un’appendice artistica, e disaccordo con i musicisti: è dedicato soprattutto alle note la programmazione della settimana alla Tenda, dove continua la rassegna culturale proposta dall’assessorato alle Politiche giovanili del Comune di Modena. Gli apppuntamenti, tutti alle ore 21, sono un ingresso gratuito e l’accesso è consentito solo agli spettatorimuniti di Green pass rafforzato e in owno di mascherina Ffp2. Se ricevi la pre-notifica sul sito www.comune.modena.it/latenda.

La serie si apre e chiude con due serate della rassegna “Arts & Jam #10”, a cura dell’associazione Muse e di Jazzoff produzioni. Il primo live è in cartellone por oggi, martedì 15 marzo: paolo angeli per eseguire, tra gli altri, i brani di “Jar’a”, l’ultimo album pubblicato nel 2021. Considero molto importante innovare con radici di la scena internazionale, basata su una sintesi del linguaggio in cui la musica tradizionale sarda è stata collocata nel contemporaneo, l’artista imbraccia una “chitarra preparata” che rappresenta il fulcro della sua attività di solista, uno strumento-orchestra dotato di 18 accordi , martelletti come il pianoforte, eliche per la realizzazione di bordeni e melodie assimilabili alla ghironda.

Domenica 20 torna il duo composto da Blake CS Franchetto, al contrabbasso, da Claudio Vignali, al pianoforte, accompagnato dall’occasionale special Danilo Mineo, alle percussioni. Durante il concerto viene presentato “Tiktaalik”, il primo progetto solista di Franchetto: polistrumentista londinese e compositore di origine italo-ghanese, bassista e contrabbassista con tutti gli studi di chitarra classica e pianoforte, l’artista è co-fondatore del trio strumentale bolognese Savana Funk. Con l’album “Tiktaalik” uscito nel 2022, illustra la sua ricerca compositiva che porta ispirazione alla tradizione jazzistica afroamericana, alla musica barocca e tardo-romantica, alla ricerca sonora degli anni ’60 e alla black music, alla pratica vipassana .zen e pensiero postmoderno.

Giovedì 17 si accende con la settima edizione della rassegna “Cantautori su Marte. Incontri senza gravità sulla canzone d’autore”, con tre nuovi apppuntamenti fatti di parole e musica, per riflettere appunto sul cantautorato di oggi e di domani. Ospiti del primo event sono The Zen circus, band pilastro della scena indipendente italiano con quasi vent’anni di carriera alle spalle; Il gruppo viene intervistato dal conduttore radiofonico e giornalista Francesco Locane.

Spazio alla musica rock, infine, con due eventi nel week end. Venerdì 18 è la volta del vecchio Legni, tornato ai box di viale Monte Kosica dopo anni di assenza dalle scene per presentare dal vivo e nuovi pezzi lavorati in questo periodo. Ad prire il concerto sono i gruppi Infall ei Bazaar, provenienti dal Piemonte e Bologna.

Sabato 19 se arriva la terza serata di “Data Zero”, il quarto apppuntamenti curata sarà allevato dall’associazione Godot in collaborazione con l’associazione Intendiamoci e con le produzioni Jazzoff. La serata, in particolare, se divide fra il box, dove suonano Vanarin e I Trillici, e lo spazio mostre che ospita “Occhiodipesce” con esposizioni e installazione artistica a cura di Bite. “Data Zero” ha lo scopo di favorire la promozione dei giovani artisti nazionali, offrendo l’occasione per presentare dal vivo e nuovi lavori in studio o il primo live di un nuovo spettacolo, un viaggio attraverso suoni e diversi slanci artistici ma sempre innovativi: La Rassegna , in programma da febbraio ad aprile, salva il futuro delle tendenze artistiche per riaccendere il presente con concerti inediti ed esposizioni artistiche di artisti locali, per ripartire del territorio e dai fermenti che lo traversano.

Il programma completo e le modalità di prenotazione delle iniziative sono consultabili online su www.comune.modena.it/latenda e sulla pagina Facebook “La Tenda”.

Add Comment