Musica, danza e pop: Torna Musart – Cronaca

di Titti Giuliani Foti

Roberto Bolle e gli amici, LP

Achille Lauro & Electric Orchestra, Vinicio Capossela, Goran Bregovic, Rock The Opera Vol. 2

& Steve Hackett, per il concerto all’alba con Dado Moroni: benvenuti nello spazio senza tempo ma con tanta musica, balli, presentazioni e una visita alla sede d’arte che opera a Firenze.

Accadrà anche quest’anno grazie al Musart Festival, rassegna che abbina grandi nomi dello spettacolo al fascino secolare di Firenze. Rassegna che si gira dal 16 al 26 Luglio in piazza SS Annunziata, inutile dire quanto ci sia uno dei luoghi più iconici della città. Cartellone a cura di Stefano Senardi (e biglietti acquistabili al Biglietteria e online; per info 055.667566). Dunque un cartellone di tutto rispetto con il ritorno del gettonatissimo Bolle e del suo “Dance Gala” per inaugurare sabato 16 luglio il Musart Festival, etoile è una presenza consolidata e infatti, da anni, ha inserito la SS Annunziata tra le mete privilegiate dei suoi tour estivo con Caracalla e Arena di Verona. È arrivato il 18 luglio l’LP alternativo del cantautore americano con il nuovo album “Churches”, tra pop, rock, soul & folk che si interseca con la poesia. L’iconico più tatuato che abbia l’italico mondo dello spettacolo, Achille Lauro, Arrivalrà invece il 20 luglio con una band e un ensemble di ben 52 elementi, l’Electric Orchestra con un nuovo spettacolo tutto. Attesissimo Vinicio Capossela, il 21 luglio, uno dei cantautori che ha ispirato l’ispirazione della canzone italiana che è stata ancorata nel recital brasiliano.

Con “Form Sarajevo”, il 22 luglio Goran Bregovic ha trasformato in musica l’anime della capitale della Bosnia-Erzegovina con soli violini, suonati secondo le tradizioni classiche occidentali, klezmer e orientali. E ci sarà pure la Banda nuziale e funebre, orchestra, ensemble di fiati gitani e coro di voci bulgare. Dai Pink Floyd agli Zeppelin, grande successo rock saranno eseguiti in chiave sinfonica per “Rock The Opera vol. 2”, concerto che il 23 luglio vedrà sullo stesso box l'”Orchestra della Toscana” e l'”Orchestra Filarmonica di Praga” diretta da Friedemann Riehle. Messaggio per i fan dei Genesis: per loro un appuntamento-cult con Steve Hackett, il 25 luglio. A Firenze il leggendario chitarrista si approderà nell’ambito di “Seconds out + more”, tour che vede in primo piano “Seconds Out”, tra i maggiori discografici dei Genesis.

Non perdetevi uno degli apppuntamenti più romantici del Musart: il 26 luglio alle 16.45 nel Cortile degli Uomini degli Istituto Degli Innocenti, il concerto tornerà all’alba con il pianista Dado Moroni idealmente per il festival. Vale la formula di sempre: prima degli spettacoli se puoi visitare gratuitamente i giardini, luoghi di culto e palazzi adiacenti a piazza SS Annunziata. Con la possibilità di partecipare alla proiezione di docu-film in un percorso attraverso luoghi e spazi che sono la storia della musica live a Firenze.

Add Comment