L’avvocato Stefania Foscarini presenta la sua prima mostra di pittura

SAN PIETRO VERNOTICO – Avvocato di professione, pittrice per vocazione. Stefania Foscarini, di San Pietro, 44 ​​anni il 14 aprile, apre la sua prima mostra “Poetica e colore” a Lecce. Si svolgerà presso la galleria Arca in via Palmieri, 28 dal 15 al 27 aprile prossimi. Inaugurazione venerdì 15 aprile alle 18:30

Un sogno diventato realtà, l’amore per la pictura accompagna la 44enne sampietrana sin dalla sua nascita. Un’inclinazione, quella per l’Arte, ereditata dal papa Pietro, che ha portato a frequentare il Liceo Artistico di Lecce studiando progettazione architettonica e arte figurativa. Un percorso di studio, però, che gli ha permesso di conoscere altro materiale attraverso il Diritto. E’ così che tra Architettura a Pescara e Giurisprudenza a Lecce, scelse di restare nella sua terra.

“Il test per entrare alla facoltà di Lecce mi costerà, i suoi 800 posti disponibilità la mia posizione al 420°. Mi chiesi: perché non provare? Ed è così che ho cambiato direzione”. Gli altri al primo posto invece che sè stessa all’epoca e tutt’ora: “L’Architettura mi è rimasta nel cuore e davanti a opere immense mi tour anchora la head, ma devo essere sincere, fare l’avvocato mi piace perché mi Sentirò uno strumento a disposizione della persona. Al di là dell’eventuale tornaconto economico, sapere di poter aiutare qualcuno mi fa stare bene”.

opera Stefania Foscarini2-2

L’amore per l’Arte, la pittura, l’architettura, quindi, non l’ha mai abbandonata così il poco tempo libero (tra le altre cose è impegnata anche allo Sport) lo dedica a i pennelli e alle tele. Impregnata nella sua continua ricerca della nuova valenza espressiva, attualmente l’artista coniuga impegni professionali con la passione per la sua TV, prediligendo il colore acrilico mescolato a nuove tecniche e materiali come il gesso e la spatola, ottenendo così un’opera polimaterica carica di intensità e il dinamismo conferisce la forte energia che caratterizza la personale eclettica dell’artista”, se si legge nella nota di presentazione della mostra.

“Stefania è l’artista che dà voce ai sentimenti inconsci, reconditi e intensi, piuttosto insegnando ad ascoltarli, che reprimerli, e con essa comunica personalità, sensibilità e capacità di assimilare una sconfinata fluidità vitale che deriva dalle sue polimateriche opere. Osservando ogni sua tela non si percepiscono limiti di spazio, perimetro marcati, argini di spessore; il suo quadro è tridimensionale; la sua pittura “vieni incontro fisicamente”.

“L’uso del colore e del trattamento è tale da conferire profondità a chi guarda, coinvolgendo l’osservatore in un’esperienza che evoca le sensazioni e le emozioni profonde, riflettendola in una condizione del tempo e del futuro. La pennellata è tangibile, visibile, dinamica; un’impronta che comunica, ai tuoi occhi, il totale abbandono dell’artista durante la realizzazione dell’opera: nessun vincolo emotivo, solo pura empatia”.

opera stefania foscarini-2

“E’ uno stile istintivo, immediato, imprevedibile, nessuna forma predefinita o preordinata; È un modo espressivo che lascia totale libertà, a chiunque osservida, di guidare l’opera, di esplorarla secondo la propria ricettività, di sentirsi se “intrappolato” in quanto, “vederci e percepirci” che il proprio incoraggia suggestionisce senza alcun condizionamento” .

“La ricerca stilistica ed espressiva della sua telefonde lo stile espressivo e quello informale, valido il concetto d’immagine e di forma, creando una pittura non figurativa, in rilievo e dallo spiccato effetto volumetrico, concreto e astratto allo stesso tempo, da cui scaturisce, con forte evidenza, l’energia del gesto. Quell’energia esplosiva della trama e la magia della tinta che l’artista acconsente con risultati di squisito e ricercato impatto estetico ed emotivo”.

No resta che aspettare il 15 aprile per conoscere le sue opere, saranno esposte circa 20 tele. “Qual è il mio aspetto da questa mostra? Comunicare emozioni, osare sensazioni e messaggi positivi”.

Add Comment