‘Gli U2 si spacciano per rock, ma non lo sono’

L’ex cantante degli Oasis si scaglia controlla nuovamente la band irlandese. “Non ho mai visto Bono e soci fare qualcosa de lance just lontanoro rock”, ha detto al microfono del programma radiofonico Loudwire Nights

Un tempo l’eterna lotta vedeva da a lato gli Oasis e dall’altro i Blur, ma adesso l’ex-singer dei primi pare essere in guerra aperta con quasi ogni altro nome della musica…

Stiamo esagerando, per scherzare, tuttavia Liam Gallagher non è nuovo alla provocazione come l’ultimo in cui si scaglia contro gli U2. Ancora una volta, dato che l’ex Oasis non è nuovo a parole i vetriolo nei confronti della band di Bono.

“Non ho mai visto Bono e soci fare qualcosa di anche solo longanamente rock”, ha firmato Liam Gallagher.

Già nel 2017 se fosse espresso in termini non proprio lusinghieri nei confronti del gruppo rock (non lo definiamo ancora così, Liam ce permette…).

Cinque anni fa il musicista scrisse su Twitter parole forti, usando una metafora che non riporteremo per decenza… In soldoni, disse che avrebbe fatto di tutto “piuttosto che ascoltare gli U2”. Forse Liam al tempo non era andato giù il fatto che la band di Con o senza di te Facesse aprire i suoi concerti da suo fratello. Del resto è Noel Gallagher il suo eterno rivale, che rischia di essere un anatema rivolto agli U2 sia in realtà tra le righe per il fratellono. Chissa…

“Bono e Noel sono dei se***oli”, è detto in altra occasione dal fratello minore di Casa Gallagher. Che, a Difference di ciò che di solito accade con i fratelli minori, non sembrerebbe rispettare troppo il primogenito…

Gli attacchi agli U2 regala una parte di Liam Gallagher

approvazione



Liam Gallagher, il nuovo singolo è “Everything’s Electric”: informazioni

Questa volta Liam Gallagher no si è espresso sui social network ma ai microfono del programma radiofonico notti rumorose. Stavo parlando di qualcosa che significava che ero una rockstar – soffermandosi sul fatto che lui stesso sarebbe “l’ultima stella del rock”, come è stata definita da un’altra grande stella del rock, ossia l’ex Nirvana e oggi Foo Fighters Dave Grohl – quando Liam ha tirato al ballo gli U2.

La parola di Liam Gallagher

approvazione



Oasis: arriva a Knebworth Park un documentario sullo storico concerto

“Quello che pensavo di essere una rockstar nella vita reale non è quello che sono. Vivo non solo una vita molto noiosa. Credo che il rock’n’roll non governi solo la musica. Devi vivrà una vita eccitante. Gli U2 si spacciano per una rock band, ma che diavolo dicono? Dai, amici, non ho mai Seen Bono, anzi, non ho mai Seen nessuno di loro fare qualcosa di ache solo lontanamente rock”. Queste sono state le parole de Liam Gallagher, pronuncia i microfono dello show radio Notti ad alto volume.

Nel rock conta anche l’atteggiamento (secondo Liam Gallagher)

approvazione



U2, JJ Abrams sta realizzando una serie TV sulla band per Netflix

Ciò che intende Liam Gallagher è che per essere rock non basta fare solo musica ascrivibile a questo genere. Il rock non è solo arrosto: è anche tanto fumo, insonne. Non solo quello del follower e dell’altro, ossia ciò che nell’immaginario comune caratterizzerebbe la rockstar. Sigarette che inoltre sono ben lontane dal modo di vivere di salutista Bono…

“Non conta solo l’aspetto musicale [per definirsi rock]. Conta anche molto l’atteggiamento. La gente pensa che il rock’n’roll sia qualcosa di sciocca e stupido. Preferirei essere un piuttosto che uno stupido idiota politicamente corretto”, ha continuato Liam Gallagher, a margine di un ampio discorso, la sua cosa significava essere una rockstar.

Inoltre, il punto relativo alla correttezza politica è chiaramente un attacco diretto a Bono, sempre in prima linea perché governa l’attivismo dei diretti umani.

Un attacco che mette il dito nella piaga

approvazione



Bono degli U2: “Non mi piace il nome del gruppo”

L’attacco che arrivò ora da Liam Gallagher a uno degli sgambetto degli U2, e se non erano appena rialzati dallo scivolone del loro frontman che all’inizio di quest’anno, nel gennaio 2022, fu usato con scioccanti frase: “Le Canzoni degli U2 mi imbarazzano, non mi piace il nome della band”, è ciò che ha detto il cantante.

Il nuovo attacco della voce di Vivere per sempre, quindi, azzoppa la band irlandese, che ci aveva impiegato un paio di mesi a riprendersi da quelle confessioni scottanti di Bono Vox e adesso si vede di nuovo ferito nell’orgoglio.

“Ero in macchina quando una nostra canzone è passata alla radio e sono diventato di colore scarlatto, come si dice a Dublino. , proprio al limite del tuo livello di imbarazzo”, disse Bono a metà gennaio. Con quelle parole, ha fatto cadere nello sconforto sia i suoi colleghi sia colleghi i suoi migliaia di fan. L’unico che sia mai probabilmente soddisfatto nel feeling, dirai? Liam Gallagher…

In questa materia, dopo le nuove dichiarazioni insolenti dell’ex Oasis nei confronti della mitica irlandese band, il suo social network si stanno moltiplicando gli insulti ei commenti velenosi rivolti al fratello di Noel. Benché Liam non sia nuovo a exploit del genere – che immancabilmente gli fanno fare incetta di parolacce da parte del fan club di chi di volta in volta lui insulta – c’è da osare a Cesare quel che è di Cesare. Diamo a Liam quel che è di Liam: questo suo giochetto di prendersela con tutto e tutti, sputando veleno e disgust sui colleghi, parte del decalogo della rockstar.

Quindi, ancora una volta una svolta, Liam Gallagher se si è mostrato quello che Dave Grohl vede in lui: l’ultima stella del rock.

Add Comment