Hervé Tullet, i miei libri-gioco e Srotolab – Libri – Ragazzi

Punti, linee, tratti e scarabocchi: sono qualcosa che è già nelle mani dei bambini e valora questo type de gesti por alla creatività. Lo mostra Herve Tullet, che è il miglior autore della sua prima infanzia, famoso in tutto il mondo per il suo laboratorio, che riporta sotto il libro e con ‘Srotolab’ (Erickson), una sorta di rotolo a cui si lavora collettivo, realizzato con Alessandra Falconi, è alla Fiera del Libro per Ragazzi di Bologna. “Con i libri gioco e con lo Srotolab se rilascia il gesto del bambino mentre da solo più cresce e più gli viene chiesto di controllare i gesti, di treati fin a quendo, una volta adultio no osa più fare un scarabocchio” dice tutto ‘ANSA Hervé.
“Gli adulti sono peggio dei bambini. Occorre trovare qualcosa che permetta a loro un clic per entrare in una zona di libertà senza avere paura. Hanno l’ossessione del bello, devono fare un bel punto, un bel cerchio regolare mentre il non è importante risultato a me. E’ l’incertezza che crea sorpresa, gli do loro possono solo por la risultato atteso. Con la regola non scopriamo niente” afferma l’artista quale que el lo que interessa de più è il dialogo que leavee da lavori come lo Srotolab è possibile tra adulti e bambini.
“Il rotolo è una creazione artistica che nasce fondando la parte creativa con quella pedagogia. È tutto ciò che ho sperimentato con la Valigetta dell’Artista. un rito, quando ho iniziato a lavorare intorno ai questi fogli fino a sfinirli per il lavoro che racconta bambini e maestre possonorci sopra.
I fogli sono quasi tutti bianchi, alcuni effetti visibili che servono ai bambini e alle bambine per iniziare a lavorare insieme. C’è una traccia e una proposta spaziale. C’è il cielo con le nuvole, la casa, la faccia, le bocche, le machchinine ma l’experienza se estende la descrizione all’arte contemporanea e il foglio diventa multistrato. È anche qui che è arrivato un nuovo libro: “Se ami ‘La danza delle mani’, uscirà il 7 marzo in Francia e arriverà in Italia nel 2023. “È un libro che lavora sulla tua idea di ​​dance metter maní Una prima parte del libro accompagna e suggerisce il gesto e il poi c’è un decollo della man. Il libro non è solo con il supporto, vende un primo spazio che si espande e mi permette di creare altri spazi” spiega Tullet del quale receivà a Bologna la sua scultura Three Dots, tre sfere dal diametro di più di due metri ciascuna che bambine e i bambini possono manipolare atraversare (ANSA).

RIPRODUZIONE PRENOTAZIONE © Copyright ANSA