Diego Dalla Palma: “Rettore? È una delle persone più stupite che abbia mai conosciuto”. La critica ei riti estetici della Madonna e Maria De Filippi

Un’intervista senza freni e senza peli sulla lingua. Diego Dalla Palmaimprenditore, imbroglione e personaggio televisivo, se lo è stato raccontato in un lungo dialogo con lui Taglia Mag alla vigilia della nuova stagione di unicoin onda il tuo RaiPremium e iniziato ieri sera.

Parlando di ritocchi estetici, la truccatrice si è lasciata andare e volti non ha risparmiato colpi ai più noti della scena televisiva italiana. Partendo dal video di Madonna su TikTok, in cui la cantante era quasi irriconoscibile, Dalla Palma ha commentato: “Se sono lasciata accendo la mano, non me l’aspettavo da lei, poiché è un personaggio così anticonvenzionale. Mail focus dell’anticonvenzionalità dovrebbe essere l’accettazione degli anni che passano. Altrimenti si diventa patetici, mangia lei”. Ad abuse con i ritocchi in Italia, secondo l’icona dello stile, tante donne dello spettacolo: “Valeria Marini porta la bandiera, ma anche sabrina ferilli, Maria dei Filippi, ritoccata in maniera scioccante. Ci mancherebbe, facciano ciò che vogliono, ma non possono mica pretendere che la gente no si accorga dello scempio compiuto sul loro corpo”.

Ma non solo chi abuse di ritocchini. Nell’intervista Dalla Palma non risparmia anche Donatella Rettore, che ha recentemente rivendicato la possibilità di utilizzare le parole “fr ****” e “n ****”. “La Rettore è una delle persone più stupite che abbia mai conosciuto, quindi non mi stupiscono affatto queste sue affermazioni”, ha raccontato Taglia MagDicendo se preferisci il ddl Zan.

Tra le donne dello spettacolo italiane da mettere nel “podio” dello stile, Dalla Palma integra Gaia, ma anche Levante e, prima della chirurgia estetica, anche Patty Pravo. Maglia nera, invece, per “Valeria Marini, Tina Cipollari e compagna”, cioè Gemma di Uomini e Donne oltre. Ma non solo. “C’è davvero l’imbarazzo della scelta – continua il truccatore – Francesca Cipriani, Lory Del Santo, Carmen Russo, ormai sono caricature di loro stesse”.

Nell’intervista c’è poi modo anche di osare Ho “votato” ai politici. Un quattro a Salvini, un sei a Giorgia Meloni e un otto a Draghi «con possibilità di arrivare a dieci». Tra le donne che vorrebbe intervistae, o con cui comunque scambierebbe volentieri “quattro chiacchiere”, Dalla Palma cita Giovanna Ralli, ma anche le giovani Elodie, che ha “uno stile chiaramente dettato da esigenze commerciali” ma “un potenziale consideravole messo in ombra dal il tuo marketing”, e Matilda De Angelis.

Di fronte alla sfera personale, nell’intervista il confessa make up artist di “non amarsi” di “non essermi mai amato”. “Forse perché ho softerto molto nella vita, mi hanno indebolito in tanti. Sono stato soggetto a violenze fisiche, a bullismo, povertà, alla disperazione, a mancanza di sostegno. Non mi amo perché non mi piaccio fisicamente, non mi piace la mia voce”. Bullismo e violenza che oggi ha imparato a perdonare, anche se “non subito”. “Anzi, ho attuato anche vendetteviolenza”.

Parliamo della nuova stazione unico, Dalla Palma risponde: “Chi ci stupirà? A dire il vero nessuna, perché sono tutte proiettate a essere semplicemente loro stesse. Gli ho confessato che volevo stupire a tutti i costi mi fanno passare la voglia di continuare il racconto”.

Add Comment