Il progetto da 15 milioni di euro

Teatro con 400 posti a sedere, spazio polivalente per allestimenti di mostre e fiere, laboratori, caffetteria, cineporto, residenza artistica e patchwork. Ho le caratteristiche del progetto di 15 milioni di euro per gli hangar creativo all’ex deposito Atl di via Meyer. Un piano che godrà per circa l’obiettivo dell’importazione del finanziamento della Regione elabora il programma Fesr (Fondo Europeo per lo Sviluppo Regionale) e per il resto sarà a carico del Comune, che può essere anticipato anche da un partner privato. Nuovi spazi, dunque, per arte, cultura e stampa, che sono arrivati ​​dopo quanto organizzato a livello di produzionecreativa nei scorsi, tra settembre e novembre 2021, proprio in quella zona, con gli Hangar che sono stati imprigionati vita in concomitanza con la Biennale di Venezia . “Siamo ancora consapevoli di quanto sia importante questa esperienza – ha mostrato la valutazione di Silvia Viviani Pubblici Labor – e abbiamo pensato che se potesse ospitare una fabbrica di conoscenza e creatività”.

Se è uno degli interventi che fa parte delle dieci selezioni dalla Regione dopo la manifestazione di interesse che se è chiusa sarà il 31 marzo. Idee progettuali che nei prossimi giorni saranno trasmessi alla Commissione Europea. “Sono i 10 progetti – ha spegato il governatore eugenio gianni – che portiamo a vedere una Toscana diversa propria del mezzo e dei piccoli centri e delle città. La qualificazione attraverso la rigenerazione urbana è una delle cuciture che fra fondo di recupero e fondo strutturale europei puntiamo di più, è la volta di una Toscana che cambia e che presto attraverso per intervenire concretamente attuati nella nostra regione”. Il sindaco Luca Salvetti ha invece sottolineato l’importanza del “farsi trovare presto con l’idea di qualità e gli obiettivi necessari per cambiare Livorno. Questo stiamo fando e la notizia che arriva della Regione ne è una confema”.

Teatro da 400 posti, spazio polivalente e laboratorio, pubblici patch e un’arena per spettacolazione all’aperto

Nella fattispecie il progetto degli Hangar creativi da 15 milioni di euro prevede un finanziamento del Comune che potrà ricevere un partner privato per circa 7.850.000, mentre il resto sarà coperto dalla Regione che non coprirà per più di 8 milioni di euro. All’interno degli spazi di via Meyer, oltre alla previsione di un teatro con 400 posti a sedere ci sarà ache spazio per locale destinato a spettacolo, attività fieristica e formativa, oltre un laboratorio per la costruzione di scenografie, allestimenti teatrali e sartoria teatrale.

Non solo, il progetto prevede anche una caffetteria-bistrot, uno spazio sempre aperto e destinato alla convivialità. È un cinema con installazione temporanea all’interno e all’esterno, su uno spazio aperto per una ricca struttura cittadina angolana o uno spazio da inventare, con uno studio di montaggio audio/video. Oltre a foresteria, residenze artistiche per l’ospitalità di compagnie e cast. Per finire anche un’arena per la spettacolazione all’aperto e patchggi pubblici in struttura ea raso.

“Rigenerazione urbana, se rafforza la strategia della Regione per la non sprecare sui consumi del suolo”

L’ambito di intervento in cui si colloca il progetto prevede inoltre anche il testo di collegamento e di relazione tra il parco di Villa Mimbelli e il lungomare. In particolare, apparecchiature e soluzioni green e smart e soluzioni per il rallentamento del traffico viaggeranno anche nell’area per completare la riqualificazione globale dell’area, in linea con quanto previsto nel Pums.

«Prosegue e si rafforza – ha aggiunto l’assessore Stefano Baccelli – la strategia della Regione Toscana verso la rigenerazione urbana perché è la vera via per un proprio consumo non sprecare che non può che affermarsi in una norma. La vera via è quella di Darò luogo alla comunità per qualificarsi per immobilità e interesse aree e anche di stimolare ae accompagnare la loro progettualità”.

Add Comment