5 libri per capire la moda

Dall’ultimo fatto editoriale dell’azienda Virgil Abloh all’illuminante intervento di Paul B. Preciado, una selezione di libri per approfondire le molte sfaccettature della moda

La moda è tradizionalmente veicolata dai media come fenomeno visivo e socialmente elitario. Se è davvero un complesso assai insieme, ma tra i libri che parlano di moda molti rimangono a essere confezionati como lussuosi coffee table book. La definizione – un po’ Anni Ottanta – resiste. La moda ma è anche soprattutto una “industria pesante” che ha nella sua catena indissolubile fatta di progettazione-produzione-distribuzione il suo senso di esistere. In questo racconto, sono attualmente prenotato come “leggeri” confezionati in maniera fisicamente pesante (formato, peso in chilogrammi, numero di pagina largo) e anzi, ho il contenuto potente ed è spesso irritante confezionati alla maniera di snella e leggera.

Aldo Premoli

1. VIRGIL ABLOH – ICONE

Virgil Abloh – Nike. ICONE (Taschen, Colonia 2020)

Forse sarà l’ultimo “libro” a portare la firma di Virgil Abloh. Racconta soprattutto visual mode l’ampio progetto di collaborazione tra Nike e il designer scomparso lo scorso 28 novembre. In questa collaborazione con il brand americano Abloh aveva trovato nella sneaker un campo d’azione del tutto congeniale. Questo volume di dimensioni atipiche (26,3 x 3,5 x 30,9 cm), stampigliato su 2,3 ​​chilogrammi di carta carbon footprint zero, raccoglie anno di illustrazioni e si appoggia alla grafica complessa (ma assai accattivante) dello studio London di Zak Kyes. Per capire come ragionava il “disruptor Abloh” risulta utile del là del fatto che il processo si svolga entorno alle sneaker o altro oggetto qualsiasi. “Il fondamento del mio studio non è quasi il risultato finale: è il rigore e il processo logico. L’archivio è la traccia cartacea di questi artefatti”, ribatté Abloh. “Il libro ‘ICONE’ è, in un certo senso, l’unico obiettivo rivale per capire nel catalogo delle altre 50 sciarpe Nike che ho disegnato nella mia mente ‘una sola cicatrice. una sola storia”.

Virgilio Abloh ‒ Nike. ICONE
Taschen, Colonia 2020
Pagina 632, € 57
ISBN 9783836585095
www.taschen.com

2. DONALD – IL LIBRO

Taylor Viens (a cura di) – Donald. Il libro (Assouline, Parigi 2017)

Un libro mostro tavolino libro già ora divenuto da collezione. Edito da Assouline, che non ha più nemmeno in catalogo (ma lo si può può trovare su Amazon a prezzi via via crescenti), questo tomo che weights più di tre chili non è mai arrivato in Italia. Non è dunque mai stato tradotto, ma poco importa: Il testo è quasi inesistente in prima linea nel centenario della fiatmeggianti Fashion Illustrations di Donald Robertson. Raccoglie il lavoro di quello che il fashion americano ha ribattezzato”Andy Warhol su Instagram“. Nel suo genere è senza dubbio un capolavoro così tanto frizzante ed energico da giustificare a price di copertina di partenza che era già mostro anno 2017.

Taylor Viens (a cura di) ‒ Paperino. Il libro
Assouline, Parigi 2017
Pagina 300, 600 € ca.
ISBN 9781614285301
https://www.assouline.com/

3. RISURREZIONE DEL DETTAGLIO

Doug Stephens ‒ Risuscitare la vendita al dettaglio (Figura 1 Publishing Inc., Vancouver 2021)

L’autore di questo libro è il consulente del marchio come Ikea, Walmart, Esté Lauder, BMW e Google. Doug Stephens è considerato un futurista della vendita al dettaglio e questo volume è facile da trovare nei suoi scritti del CEO Made in USA. Il sottotitolo recita Il futuro del business in un mondo post-pandemia. Punto di partenza dei fucili nel caos creato nella distribuzione con l’arrivo del virussì Vengo a presentare in considerazione la possibilità di crearlo per i massimi predatori esistenti sui mercati internazionali: Alibaba e Amazon ad esempio. Punto di arrivo le indicazioni utilizzate alla sopravvivenza di grandi e medi. Resurrezione della vendita al dettaglio È certamente una riflessione tagliata sul mercato USA e difatti ancora non è stato tradotto in lingua italiana. Per chi lavora in quest’area da non sottovalutare il ricco apparato di note degli otto capitoli in cui è suddiviso: por un così specifico della complessa machina del fashion a bella traccia per seguire la ricerca.

Doug Stephens- Resurrezione della vendita al dettaglio
Figura 1 Publishing Inc., Vancouver 2021
Pagina 243, $ 28
ISBN 9781773271439
www.figure1publishing.com

4. SONO UN MOSTRO CHE VI PARLA

Paul B. Preciado ‒ Sono un monstro che vi parla (Fandango libri, Roma 2021)

Quindi bene che ho fatto del mio corpo uno show-room…”. Basterebbero queste poche parole a fare di questo testo de Paul B. Preciado una lettura necessaria “anche” per chi si occupa de moda. L’autore è il primo suo filosofo e curatore (Documenta 14 Kassel e Atene) e colui che ha presentato la relazione tenuta nel 2019 di una donna trans (Preciado) davanti a 3500 psicoanalisti in un convegno presso l’École de là cause freudienne a Parigi. punto di partenza Una relazione per un’Accademia da Kafka (1917). risultato? Una zuffa violenta che non è un’ancora sedata. È un discorso magnificamente redatto in prima persona, è abbagliante e violento, si rivela punito da qualsiasi convenzione generale persistente.
Fa “pericolosmente” riferita alla tecnologia collegata sessualità parametri umani venture e alla riproduzione fuori da parametri umani. fantasia? Già, ma chi sono io animale”necropolitico/binario/bianco/colonialista/patriarcale” per giudicare? Comunica un testo imperdibile.

Paul B. Preciado ‒ Sono un mostro che ho visto parlare
Libro Fandango, Roma 2021
Pagina 110, € 13,90
ISBN 978886044778
https://www.fandangolibri.it/

5. LA SALVEZZA DEL BELLO

Byung-Chul Han – La salvezza del bello (Nottempo, Milano 2019)

Lettera Altra irrinunciabile che parla di moda, ma solo per tangente. Byung-Chul Han squarcia il momento essenziale del bellissimo pensiero europeo, da Platone a Nietzsche e Adorno, per mettere in dubbio ogni nostra precedente idea sull’esperienza estetica. Per lui la bellezza non rimanda al sentimento di piacere, ma a un’esperienza di verità spesso collegata con il Dolore (uno dei paradigmi ricorenti di tutte le sue riflessioni). L’autore è senza dubbio nella categoria degli “scocciatori”: quelli che non vorresti ma non riesci a evitare, quelli con cui ingaggi un corpo a corpo per restare della tua idea, ma appunto non ce la puoi fare. Almeno cento dubbi anche con solo cento impaginati vengo da te. E se non hai mai doppiaggio, beh il problem è tutto tuo.

Byung Chul Han- La salvezza del bello
Nottetempo, Milano, 2019
Pagina 108, € 15
ISBN 9788874527489
https://www.edizioninottetempo.it/

Aldo Premoli

Milanese di nascita, vive a Noto e Cernobbio. E poi New York, piccione lavora per i suoi figli. Tra il 1989 e il 2000 dirige “L’Uomo Vogue”. Nel 2001 fonda Apstudio e fornisce consultanze ad aziende e associazioni industriali italiane e straniere. Ha tenuto una conferenza in tre continenti per Ice, Anci e Aimpes e le esposizioni che fanno da ponte tra arte e moda. Dal 2013 al 2014 dirige “Tar magazine”, rivista di arte, scienza ed etica. Attualmente è blogger per “Huffington Post”, editorialista di “Linkiesta” e direttore della piattaforma iperlocale “SudStyle”. Curatore indipendente di mostre che fanno da ponte tra arte e scienza. In Sicilia ha fondato “Mediterraneo Sicilia Europa onlus”, in Lombardia “La Cernobbina Art Studio”. Svolge attività di visiting professor per academie del nord come della sud della Penisola.

Add Comment