Vittorio Sgarbi a Caldara: informarsi sulla piazza di San Nicolò – Cronaca

Valsamoggia (Bologna), 14 aprile 2022 – Meravigliato e attento. Così don Giuseppe Donati, parroco di Calcara, ha definito l’approccio di Vittorio Sgarbi che sabato sera e domenica Scorsa ha visitato la Chiesa Parrocchiale di San Nicolò, invitato da Emilio Franzoni a prendere un espresso voluto dal parroco. La nota critica dell’arte e del parlamento ha confermato la sua preferenza per le ‘incursioni artistiche’ notturne e poco dopo di lui il 23 con un telefono ha comunicato il suo arrivo. «Conosco don Giuseppe tramite una famiglia di Calcara – racconta il professor Franzoni, specialista in neuropsichiatria infantile -. Chiamai sei mesi fa e lo invitò a Bologna, sua indicazione del parroco che tutti conoscono per la competenza storico-artistica e per la bel lavoro fatto nella chiesa di Calcara. Poi avevo aggiunto un invito a cena con una bella tagliatella alla bolognese…”, ha aggiunto il prof che insieme a Lucio Vascotto ha intercettato Sgarbi a Bologna ed accompagnato in questo bel piccolo centro della Valsamoggia. Ad attenderli il parroco e il ‘parrocchiano’ Mauro Sorbi, davanti alla facciata della chiesa recentemente restaurata e puntualmente descritta in un libro utilizzato da anni fa dalla Tipolitografia Fg. “Abbiamo conosciuto tutto un Sgarbi del diverso da quelo che rappresentato nella veste del politico e del controverso”, commenta Sorbi, in sintonia con don Giuseppe: “Erano anni che waitavo in un suo interessamento a questa chiesa e in particolare ad un suo parere Its un importantissimo diminutivo di noi: un San Nicolò, nostro patrono, raffigurato in una tela opportunamente realizzata dalla chiesa antica, che è ritratta alla base del dipinto. Il critico ferrarese si è trattenuto in chiesa fin oltre l’una e mezza di …

Add Comment