Rock e punk, tornano e “El Fuego” – Cronaca

di Fabio Luong

L’energia del rock unisce la melodia e la furia del punk, le raffinate sperimentazioni di un gruppo che mescola hardcore e jazz. Sono i concerti che animaranno il week-end del Bloom di via Curiel. Domani alle 22.30 il palco del centro multiculturale mezzaghese sarà il palcoscenico del primo appuntamento – unico in Lombardia – del mini tour della reunion dei The Fire, la band che da un decennio, nei primi anni Duemila, ha firmato l’Italian scena rock. Nati dall’encontro tra Olly Riva, già leader degli Shandon, y dai componenti dei Madbones, i The Fire divenne ora sulle scene, dopo 7 anni di stop, per 4 spettacoli che promettono scintille. Nessun nuovo album in arrivo, il mio obiettivo è divertirmi e vivere scatenando da chiunque la serata e ancora una volta fan con l’infido mix di rock e spirito punk del gruppo.

Ad aprire la serata ci sarà lo speed hard rock dei Black Banana. Biglietto d’ingresso 15 euro. Domenica alle 18, invece, i suoni si faranno più sperimentali, con un doppio concerto che vedrà en azione gli Splatterpink, consider i pioneer del jazz-core, e l’esordio dei Mors. Gli Splatterpink si sono formati a Bologna nei primi anni 90 e da allora hanno rappresentato l’ala più radicale della scena underground con i loro pezzi, destrutturati fondo, falsei, in cui si sino punk, hardcore, elementi jazz, influenze funk Noise e la lezione di una band vengono i NoMeansNo, anche ad anticipare il cosiddetto math-rock. A condividere il box saranno i Mors, alias i fratelli Andrea e Jacopo Moriggi, duo rock attivo nel gruppo underground dei The Blot. Biglietto 7 euro.

Add Comment