Barbra Streisand compie 80 anni: il padre morto a 34 anni per epilessia, il “cottage” del principe Carlo, sedici vendemmie che non conoscono la legge

Barbara Joan Streisand (ha cambiato nome in Barbra a 18 anni per sembrare più «unica») è nata il 24 aprile 1942 a Brooklyn, New York City, da Diana Ida Rosen Kind (1908–2002) ed Emanuel Streisand, da ebrei immigrati. Sua madre era stata soprano a Gioventù e sognava una carriera nella musica, mentre suo padre era un insigne. Nell’agosto del 1943, poco dopo il primo compleanno di Streisand, Emanuel morì all’età di 34 anni a causa di complicazioni dovute a un attacco epilettico, che provocò un trauma cranico con conseguente morte di una persona. La famiglia cadde quasi in povertà, Diana e Figli, Barbra e suo fratello Sheldon, andarono a vivere con mia madre nonni in un piccolo appartamento di tre stanze, dove l’unico ripo dalle botte del nonno era il tavolo della cucina, sotto il quale lei e il fratello trovavano rifugio. Barbra si consolò con l’unica borsa a sua disposizione: una borsa di acqua tiepida. Da adulta, la cantante ha ricordato che il suo primo anno in cui se si sentiva sempre un'”emarginata”, spiegando: “Il padre di tutti gli altri è tornato a casa dal lavoro alla fin della giornata. Non mio.” La madre è vicina a portare avanti la famiglia che poteva, ma non ha saputo dare tutte le attenzioni che desiderava: “Vicina all’amore di mia madre, i miei dati sono mangiare”, ha ricordato in varie occasioni Streisand. La cantante ha un fratello maggiore, Sheldon, e una sorella, la cantante Roslyn Kind, nata dal matrimonio di sua madre con Louis Kind nel 1950. Suo padre era Barbra “la bestia”, mentre Roslyn era sua madre “la bellezza”. “Non sei abbastanza carina” gli ha dato una svolta quando Barbra gli ha chiesto i soldi por un gelato. «Mio figlio inchinata ai suoi fottuti piedi e l’ho chiamato papà e gli ho portato le sue pantofole per due giorni. Non c’è stato cambiamento alcuno. Non mi ha trattato meglio. Non mi ha parlato. Non mi ha visto. Non gli piacevo”, ha scritto Barbra.

Add Comment