Che reciti una scuola al cinema con Pieraccioni: chi è il 19enne di Ponte a Elsa scelto dal regista

Alessio inserisce Leonardo Pieraccioni

Alessio Scali paragona nella commedia “Il sesso degli angeli”. Scelto per la parte dopo un monologo su Panariello

San Miniato. Sarà stato per quell’aria da ragazzone buono e alla mano, diciamo quelli con cui si riesce subito a fare amicizia. Ma soprattutto dev’essere stata la spontaneità, la semplicità di un ragazzo schietto e diretto, arricchito da quella simpatia tutta toscana in cui Leonardo Pieraccioni Devo aver ritrovato un po’ di se stesso.

Un identikit perfetto per il comico e regista toscano, che si è offerto volontario per essere un giovane sanminiatese, Alessio Scali di Ponte a Elsa (19 anni il prossimo 2 maggio), per interpretare il personaggio di Finizio nella commedia “Il sesso degli angeli”, l’ultimo film di Pieraccioni chiama i più giovani.

«Cerco un ragazzetto simpatico» ha appena annunciato il registratore quest’anno con un social video, lanciando un casting call a cui non hanno risposto in più di 14mila. “Sono un amico per dire che ci proverò” dice Alessio, al quinto anno dell’Istituto Cattaneo di San Miniato, alla prima esperienza il suo film ambientato anche pallino por la recitazione un po’ c’è sempre estato. «Reciterò my è sempre piaciuto – dice – anche se finora aveva fatto solo qualche spettacolino grazie al laboratorio teatrale organizzato della scuola». Eppure è abbastanza il video inviato all’indirizzo mail del casting, in cui Alessio ha reinterpretato un monologo di Panariello sui regali di Natale, per catturare l’attenzione della Toscana Film Commission e per quella dello stesso Pieraccioni, per il quale el staff de la casting ha selezionato dapprima 5mila video e infine ha ristretto il campo a 159 candidati. “A che punto sono qui per fare un nuovo video, è una copia scritta da Pieraccioni”, dice Alessio, alla fine ad a venuto dal fronte dell’anagrafe il 30 aprile 2021 altre 12 volte. «Ero un po’ in tensione, sono appena entrato Leonardo mi ha messo subito a mio agio. È una persona spontanea e la sua stessa mano come sembra essere il suo schermo» assicura Alessio, che il 4 maggio dello scorso anno, due giorni dopo aver festeggiato i 18 anni, ha subito la fatidica chiamata di un compleanno impossibile da dimenticare. Così, dopo la fine di luglio e il primo di agosto, il giovane è stato chiamato a Firenze per interprete Finizio, il ragazzo dell’oratorio, l’only giovane rimasto fedele alla parrocchia di don Simone, il pastor protagonista della commedia interpretado dallo stesso Pieraccioni.

«Sicuramente non tutti i set sono come quelli di Pieraccioni – dice Alessio – ma io posso dire di essermi sentito a casa. Sono stato accolto bene da tutti e abbiamo lavorato in maniera unita e affiatata. A volte c’era qualche tesa, ma con Leonardo se lavora benissimo». Quando è andato a scuola a settembre, non lo aveva detto, Alessio era subissato di domande e curiosi da compagni e professori del Cattaneo, dove il 19enne è conosciuto e ben voluto da tutti, also per il suo ruolocomo rappresentate d’istituto . “Sono un ragazzo sociale e ho un buon rapporto con tutti”, compresso dal leader Alessandro Frosini che giovedì non ha voluto mancare la prima del film a Campi Bisenzio. Una bella esperienza che magari, chissà, a potrebbe giorno è ripetuta anche per un altro film. «Certo il coglierei è capitasse un’altra opportunità – risponde Alessio – anche lui era un tipo avvezzo ad avere e piedi per terra». © RIPRODUZIONE PRENOTAZIONE

Add Comment