Il «Cubo» regala 186 chili d’oro zecchino. Dalla laguna all’Arsenale- Corriere.it

hanno dato Maria Teresa Veneziani e Lucia Sabatelli

Castello CUBE l’opera d’arte è affissa in occasione della Biennale di Venezia. Mai prima d’ora fu stato lavorato tanto oro lavorato in un’opera d’arte

Un cubo di 186 chilogrammi di oro fino, 24 carati, 999,9 (purezza). Castello CUBE l’opera d’arte è affisso alla 59a edizione dell’Esposizione Internazionale d’Arte nell’ambito della Biennale di Venezia. Mai prima d’ora fu stato lavorato tanto oro in un’opera d’arte. Il prezioso CUBO di Niclas Castello esposto, solo per 24 ore, sulla Riva Ca’ di Dio, vicino all’Arsenale. Un lavoro pionieristico è definito dall’artista che fa fotografia con la signora Sylvie Meis, in abito fiorito Dolce e Gabbana e Borsetta Hermes. L’eccitazione di migliaia di visitatori ha reso l’oggetto muto parte di un vivace happening, ha osservato Castello.

Il CUBO un’opera concettuale que sembra essere arrivata da altro mondo ed ora en piedi sui ciottoli di Venezia, senza piedistallo, ha commentato la storia dell’arte Dr. Dieter Buchhart. L’inimitabile opera di Niclas Castello apre le porte a una connessione tra il mondo dell’arte reale e il mondo dell’arte digitale (NFT, token non fungibile), afferma Sven Wenzel, fondatore di Castello Coin, un progetto che cerca di cambiare il modo in cui investe in ‘arte, che offre opere d’arte fisica o NFT, con un collegamento con il mondo delle criptovalute e quella tradizione. L’obiettivo della piattaforma artistica e dell’NFT Castello Forum promuove progetti di artisti di talento in tutto il mondo, continua Wenzel.

Tentativo di rendere accessibile a tutti il ​​Cubo d’oro, stata mobilitata a gru arrivata all’alba dalla laguna. E per tutta giornata stato sorvegliato a vista da cinque guardia del corpo.

21 aprile 2022 (modificato il 21 aprile 2022 | 13:37)

Add Comment