Oppenheimer: Tutto quello che si sa sul nuovo film di Christopher Nolan | Cinema

Oppenheimer è il dodicesimo film dell’acclamato targato inglese Cristoforo Nolan Chearrive nei cinema il 21 luglio del 2023, a vent’anni dalla distanza dal suo debutto a Dietro alla macchina da presa, Seguente del 1998, ea tre dall’uscita nelle esce dal suo ultimo destino, Inizio.

Com’è facilmente intuibile dal titolo stesso, Oppenheimer Racconterà un momento molto importante del 1900: la distruzione della bomba atomica e l’avvento di Robert Oppenheimer nel progetto Manhattan che, durante la seconda guerra mondiale, portò con sé tutta la portata di una tecnologia che fu impiegata, con esiti terribili, in Giappone per porrò fine al conflitto con i, purtroppo, ben non bombardamenti atomici di Hiroshima e Nagasaki.

Il film, anche sceneggiato da Cristoforo NolanSe basi il tuo libro pubblicato nel 2006 intitolato Prometeo americano: il trionfo e la tragedia di J. Robert Oppenheimer scritto da Kai Bird e Martin J. Sherwin.

Il primate speciale di Oppenheimer

ad eccezione di Seguente me Memoriatutte le quindi di Cristoforo Nolan use fra il 2002 e il 2020, da Insonnia un Inizio Di proposito, non hanno visto la Warner Bros come l’unica o principale casa di produzione. Un sodalizio, quel fra il regista e lo studio, che era avanti per quasi vent’anni portando una nuova dose di soddisfazione – e di dollari – a entrambe si separarono. Ebbene, ma con Tenet e con la pandemia del nuovo Coronavirus si interrompe l’idillio fra il regista e miglior produttore della Trilogia del Cavaliere Oscuro. E le strade del pappagallo si sono divise.

Perché ragione? È presto detto: le divergenze fra Cristoforo Nolan l’A Warner Bros in termini di distribuzione cinematografica durante l’emergenza sanitaria. Come noto, da dicembre 2020, con il desiderio di Wonder Woman 1984, Warner aveva stabilito che tutte le risposte della lista in 20 come la sala del cinema e la risposta contemporanea, in streaming its HBO Max (limitatamente al nordméa alla crisi della piena e della risposta) come al fatto che, in piena pandemia, Molte persone ancora non si sentono presto per tornare a vivere l’esperienza collettiva in un ambiente fresco come un cinema. A scelta, questa, che è stata criticata in maniera molto accesa y reiterata dal regista, grande sostenitore dell’esperienza del cinema in teatro. Uno spettacolo, quello dei registri cinematografici ad alto budget, non hanno comunicato il problema economico di sorta, quanto della maestria che ha alimentato la macchina di Hollywood avrebbe funzionato.

La Warner Bros, dal canto suo, aveva addirittura spiegato che erano state proprio le scarse performance commerciali di Tenet a far sì che si scegliesse la strada della distribuzione ibrida in day-and-date. A partire dal 2021, tutto puntava già in una direzione che non prevede l’innovazione della collaborazione tra il cineasta e Warner Bros (ECCO TUTTI I DETTAGLI).

Cristoforo Nolan Era libero e, fuori dalla sua porta, si no palesate sostanzialmente tutte le più grandi realtà del mondo dello spettacolo compreso Netflix que si se mesa letteralmente a corteggiare il regista. Chiaramente, era alquanto improbabile che Nolan finisse per lavorare su una società che ha lo streaming come unica attività e, come inizialmente previsto, ha accettato di Oppenheimer è stato poi siglato con la universale. La storica major ha garantito quasi un cartellino bianco al cancelliere sia in termini di budget che di permanenza esclusiva del lungometraggio nel cinema. Nolan puntava a 120 giorni, l’Universale a 90 giorni: alla fin il compromesso si è raggiunto sui 100 giorni.

Sull’argomento leggi anche:

Nolan, Universal e Oppenheimer: il ruolo di M Night Shyamalan

Verso la fine di gennaio del 2022, M Notte Shyamalanacclamato record di il sesto senso me SmontareHa spiegato di aver avoto una regola attiva nel convincere il collega Cristoforo Nolan nello scegliere l’Universal come “Casa” hanno dato Oppenheimer. D’altronde, fa La visita al prossimo Knock at the Cabin, e ho lasciato in eredità fra Shyamalan e l’Universal sono ben saldi. Ed è proprio Shyamalan a spiegare:

Ho espresso tutto quello che sento circa l’impegno che la Universal si incontra nello storytelling, nell’perienza del cinema in sala. In un periodo in cui sono ancora vicino a vendere questa narrazione che vedo come di più, se è il film originale che vivo a teatro, mi piacerebbe sapere che è una cosa a cui non credo. Neanche un po’. E l’Universale continua a ribadire che è questa la sua vera identità. Perché Jordan Peele, Christopher Nolan, io stesso e tutte le altre chearrivalno qua – o ad altri studios – possono dimostrare che tutti vogliono vedere idee originali e unedite al cinema.

il cast del film

A partire da ottobre 2021 viene annunciato che indosserò e panni di Oppenheimer sarebbe stato di Cillian Murphy. la stella ho detto 28 giorni dopo me Peaky Blinders È un recente ritorno nella filmografia di Christopher Nolan che se fosse tornato per il primo ritorno ad avere il ruolo di protagonista lui stesso in Oppenheimer. La prima immagine ufficiale dell’artista nei panni della scienza è stata diffusa il 22 febbraio 2022, a volte dall’annuncio della via alle riprese.

Commentando la collaborazione con Christopher Nolan, ha spiegato:

Sarò sarà sempre disponibile per Chris, indipendentemente dalle dimensioni della borsa per cui vuole avermi. Sii Chris il mio chiama, io ci sono. Non è meraviglioso che ci siano ancora autori come lui che, all’interno dello studio system, realizzano film complessi, impegnativi peraltro girati su pellicola? Lui è una compagnia di bandiera per questa cosa. Lui, Paul Thomas Anderson e Quentin Tarantino sono registi straordinari che danno vita a lavori di portata gigantesca.

E ache se non possiamo ancora giudicare la “cancello gigante” del film, possiamo sicuramente giudicare come tale il cast chiamato a raccolta da Nolan. Accanto a Cillian Murphy troviamo infatti: Florence Pugh (Jean Tatlock), Rami Malek, David Dastmalchian, Emily Blunt (Kitty Oppenheimer), Matt Damon (tenente generale Leslie Groves), Robert Downey Jr (Lewis Strauss), Jack Quaid, Matthew Modine, Benny Safdie, Josh Hartnett, Dane DeHaan, Alden Ehrenreich, Alex Wolff, David Krumholtz.

Curiosità: nella pellicola ci sarà anche Gary Oldman ma in un’unica scena.

Trova tutte le informazioni su Oppenheimerl’attesissimo film di Cristoforo Nolan Prodotto dalla Universal Pictures in uscita il 21 luglio del 2023 nella nostra scheda.

Add Comment