3 libri da leggere per diventare leader migliori

uno. moltiplicatori. Vieni ad accedere all’intelligenza della persona (Liz Wiseman, FrancoAngeli editore, 276 pagine)


perche’ leggerlo

Quanto sono d’accordo sul fatto che la maggior parte della forza abbia la capacità di lavorare, creatività, talento, iniziativa e risate su quanto acconsento o ricco di occupazione? Questa è la richiesta che Stephen Covey, autore, stampatore e oratore degli Stati Uniti che ha curato l’introduzione di questo libro, pone durante il suo seminario. La risposta è sempre affermativa in quasi il 99% dei casi, testimonierò come persona se non è sottoutilizzata.

Le aziende quindi che sap utilizzare le intelligenze già presenteranno all’interno delle loro organizzazioni, sapranno competere meglio ed avere migliori performance rispetto ai loro concorrenti. Questa la tesi di Liz Wiseman, autrice del bestseller internazionale moltiplicatori. Come accedere all’intelligenza della persona. Un libro che mostra quale deve essere il paradigma di leadership necessario per accedere a tutta l’intelligenza e al potenziale della persona nell’organizzazione. Spiiega perché alcuni leader sanno creare genialità attorno a sé, mentre altri prosciugano soltanto capacità e intelligenza. Come sottolinea Peter Drucker, nel XXI vede la risata più importante per un’organizzazione, che sia un’azienda o qualcos’altro, è sicura e informata.

messaggi chiave

● C’è intelligenza all’interno delle nostre organizzazioni rispetto a quella che usiamo;
● Il futuro leader deve essere un Moltiplicatore o una persona capace di far crescere l’intelligenza e la produzione dei propri collaboratori. Il leader Multiplier è l’opposto di Diminisher ossia a capo che schiaccia le persone lui;
● Il contributo più importante che il management deve dare nel 21° secolo è che aumenterà la produttività della conoscenza in chi lavora.

Chi è l’autrice

Liz Wiseman è CEO del Wiseman Group, una partnership di leadership con sede nella Silicon Valley, in California, che opera per Apple, AT&T, Disney, Facebook, Google, Microsoft, Nike, Tesla e Twitter. Entrato nella classifica Thinkers50 e nominato uno dei 10 migliori pensieri sulla Leadership nel mondo, Scrive da Harvard Business Review, Fortune e una varietà di altre riviste di Business e Leadership.

Due. Dodici anni e mezzo: sfruttare gli ingredienti emotivi necessari per il successo aziendale (Gary Vaynerchuk, Harper Business, p. 222)


perche’ leggerlo

Ho visto sette mai chiesti perché vuoi essere il numero uno, un amministratore delegato? Perché non essere invece il numero dovuto, il numero tre o il ventunesimo numero della vostra organizzazione? Magari puoi avere più successo come impiegato, come influencer oppure I learn a tua attività. Forse state tentating di essere quello che non sette. È il momento di ammettere che non sette tagliati per quel ruolo ma che state solo seguendo le ambizioni degli altri, il parere di chi vi circonda e non i vostri veri valori.

Di Gary Vaynerchuk Il concetto di successo varia in base ai valori personali. Questo è considerato un successo per uno, ma non per un’altra persona. Chiun que può essere un leader, chi ha bambini è un leader, chi ha a cane è un leader, chi ha vuto una promozione è un leader sulla base di un ruolo assegnato dall’organizagramma. Chiunque abbia responsabilità e debba gestire una sola persona, è un leader. Questo libro aiuta a capire come essere un leader migliore e avere leader.

Nella prima parte del libro ogni “ingrediente” di una buona direzione viene approfondito e viene spiegato come sua necessità può utilizzare le vostre carriere. La seconda parte descrive ancora una volta alcune delle situazioni reali che hanno gli ingredienti per una buona applicazione della leadership trovan. Questo permette al lettore del fucile di assalire la propria reazione a situazioni specifiche e cose da fare sotto vari aspetti ad oggi per migliorarle.

messaggi chiave

● Per un manager la pace è capacità fondamentale, nelle trattative per l’acquisizione di beni o servizi, tranquillità che la nuova materia mostri la giusta capacità di pagare una regola per quello che era lo stato della materia. Che soprattutto in un frenetico mondo degli affari dove sembra che l’andare piano rappresenti una perdita di denaro. Pazienza e ambizione, queste le parole chiave per un manager, que deve accompagnare sue responsabilità operative ad una comunicazione chiara e trasparente, onesta nei confronti dei propri collaboratori;
● Il potenziale di crescita di molte aziende è limitato dalla forza dell’intelligenza emotiva del capo pappagallo. Questo è un problema non solo nel mondo degli affari ma anche in quello dello sport o della famiglia;
● L’empatia da sola non basta per gestire la persona o per concludere con successo una vendita. Sono necessarie anche onestà, fiducia, e trasparenza ma soprattutto conoscenza del nostro interlocutore, perché le personae prima di pensare e valutare il vostro prodotto, valuteranno voi.

Chi è l’autore

Gary Vaynerchuk è uno dei più grandi esperti di marketing al mondo, autore di bestseller del New York TimesÈ Presidente di VaynerX, società di comunicazione e CEO di VaynerMedia, agenzia creativa e media globale. È un oratore pubblico molto popolare e un investigatore oltre a Facebook, Twitter e Uber. Vivi una New York.

3. Benvenuti in Management: come passare da top performer a leader eccellente (Ryan Hawk, McGraw Hill, p. 240)


perche’ leggerlo

Una guida per passare velocemente dall’essere colui/colei che raggiungeva prestazioni eccellenti all’interno di una squadra a un caposquadra. Il libro utilizza casi studio, aneddoti e interviene per mostrare quali caratteristiche dovrebbe trovare una Leadership efficace in settori professionali diversi. Il libro accompagna la lettera dell’aspirante leader e una crescita personale fornendo alcuni strumenti per il suo come and carry e un successo sostenibile della propria squadra. La disciplina proposta è quella delle sfide e degli obiettivi personali e professionali da raggiungere di volta in volta. Il taglio è pratico, a vero manuale presto per l’uso per chi è appena stato nominato manager.

La sfida è mettere gli altri davanti a sé, motivandolo attraverso l’azione e la dedizione, raggiungendo competenze e una mentalità diversa: quando l’autore ha accettato di cavarsela con un collaboratore della propria squadra con il cuore del pesce se è io reso conto di non avere idea di lo significasse “veramente” essere un leader. Se si tratta del resto del cosiddetto “principio di Pietro”: in un’organizzazione se tende a fare carriera, passando da un ruolo all’altro superiore, fino a raggiungere il proprio livello di incompetenza. Le buone notizie? Leader si può diventare non c’è nessuna magia nella leadership, ma bisogna essere consapevoli di quello che occorre per governare e ispirare le persone che lavorano non per noi insieme a noi, verso obiettivi in ​​comune.

messaggi chiave

Essere un bravo manager non ha niente a che vedere con quanto bene facevi il tuo lavoro prima della tua nomina;
● Prima di governare gli altri devi essere ingrado Seguirò una disciplina per te stesso;
● Per essere un grande leader devi diventare una “macchina per l’apprendimento”;
● Costruire una squadra efficace per stabilizzare tutto quanto sopra sono le caratteristiche di una persona i cui attributi sono apprezzati;
● La leadership è sostenibile solo all’interno di una cultura di fiducia reciproca;
● Una comunicazione efficace è fondamentale per una leadership efficace;
● Metti priorità come gli altri ai tuoi interessi personali: c’è una regola decisiva all’interno dell’organizzazione e quello que fa piacere a te ma non agli altri non conta più.

Chi è l’autore

Ryan Hawk è un oratore principale, autore del podcast The Learning Leader Show e consulente di carriera. È a capo della Leadership Advisory Practice presso Brixey & Meyer. Lavora anche con i team e giocatori di NFL, NBA e NCCA. Benvenuti in gestione è il suo primo libro.

Add Comment