La Biblioteca di New York è diventata disponibile e ha censurato i libri

Jim Steinfeldtimmagini false

Negli ultimi costretti anni, e in particolare quando la pandemia di Covid-19 ha molte scuole a ricorrere alla didattica a distanza, negli Stati Uniti sta igniting piede a fenomeno sempre più monitoring dalla popolazione e dalle testate giornalistiche: quello dei genitori che, potendo Now Ti mostro le lezioni dei figli e le attività scolastiche a cui si dedicano, temono che l’effetto di certi libri risultati per parrot deleterio, disturbante, e di conseguenza da prevenire. A essere nel mirino, a Difference di quanto si potrebbe pensare, non sono però sussidiari datati per linguaggio o visione del mondo, e nemmeno manuali che non riescono a spiegare la complessità della nostra epoca: parliamo piuttosto di grandi opere letterarie quali Amatissima del Premio Nobel Toni Morrison, da Il buio oltre la siepe di Harper Lee o dal pluripremiato graphic novel di Art Spiegelman MAUS, così come dei romanzi Il racconto dell’ancella e I testamentipubblicati di Margaret Atwood.

Ci si trova davanti, insomma, a libri dalla forte sociale e culturale, che spesso mettono in Discussione lo status quo suscitando riflessioni sulla comunità LGBTQIA+, sul razzismo o sui regimi dittatoriali. Nel momento in cui gli episodi legati al pappagallo interno sono fittamente crudi o violenti, la famiglia avrà un elemento di disturbo nel processo di formazione degli adolescenti, mettendo in primo piano la polemica contro il grande più grande pappagallo, e il rischio di plagiando dal punto di vista ideologico in una fase della vita in cui non hanno ancora sviluppato uno spirito critico. Questa, quantomeno, è la visione di molte associazioni di genitori che sono proliferate ultimamente in più di 36 Stati americani, intervenendo e firmando istanze hanno sporto denuncia penale con sanzione pecuniaria per i bibliotecari scolastici che ancora propongono certi titoli in aula, oltre a uno a lato e proprio tavolo a lato delle pubblicazioni ritenute più pericolose.

un leone di pietra protegge la biblioteca pubblica di new york a new york city, ottobre 1969 la biblioteca è stata costituita nel 1895 dalla fusione della biblioteca lenox e della biblioteca astor, utilizzando il denaro lasciato in eredità dal governatore di new york samuel j tilden file foto foto immagini false

foto d’archivioimmagini false

To oggi si tenta di oltre 800 tentativi portati fra avanti 2021 e 2022, che è seguito da un dibattito media parlatic access, e soprattutto il pericolo per i più giovani di upload atti di bullismo in the case in whichro il il comunque seek if i testi che i compagni non capiscono o non approvano, con la conseguenza che gli episodi de discriminazione e de intimidazione fra i banchi di scuola siano nettamente aumentati, diminuiscono le novità editoriali per ragazzi che possono essere sottoposte alle classi americane senza correre in spiacevoli ripercussioni legali. Di contro, naturalmente, i tentativi costruttivi e sustegno alla didattica non sono finora mai venuti meno, in nome del diritto ad amplificare i proprio orizzonti e ad esplorare senza pregiudizi i temi o gli eventi più controversi, per mettere alle nuove generazioni di sviluppo un’idea consapevole sulle dinamiche da scoraggiare e quelle invece da persecute al’interno di una società civile.

Un’iniziativa particolarmente apprezzata in tal senso è stata dichiarata da PEN America, che ha pubblicato online vari suggerimenti degli studenti per scoraggiare la censura e incoraggiare un dialogo aperto tra insegnanti e famiglie, che mira a migliorare se la scienza della The New York Public Library è disponibile gratuitamente e in una versione ebook che funziona al meglio per tutte le età, tramite l’app della biblioteca per 13 anni di utilizzo. Books for All, con la stata denominata l’iniziativa, consentirà di evitare l’elenco di attesa per prenotazione e di effettuare la procedura anche a distanza, acconsentendo a scaricare una copia di Parla. Le parole non dette di Laurie Halse Anderson, per esempio, o Il giovane Holden di JD Salinger, passando per King and the Dragonflies di Kacen Callender e Stamped: Racism, Antiracism, and You di Jason Reynolds e Ibram X. Kendi.

“La conoscenza è potere”, ha detto Tony Marx, presidente della Biblioteca pubblica di New York, “se l’ignoranza è pericolosa, genera odio e divisione… Le biblioteche pubbliche si impegnano a fin dalla loro per combatterla nasce, e il modo semplice è rendere accessibile a te qualsiasi prospettiva e qualsiasi idea”. A molto apprezzata dall’opinion, che si è rivolto alla Brooklyn Public Library per fare altrettanto, inaugurando per i lettori di età compresa fra i 13 e ei 21 anni il Progetto Books Unbanned – e que presto potrebbe diffondersi tra molte altre istituzioni americane per aiutare i ragazzi a non arrendersi a questa ondata conservatrice.

Questo contenuto è creato e gestito da una terza parte e viene importato in questa pagina per aiutare gli utenti a fornire i propri indirizzi e-mail. Potresti essere in grado di trovare maggiori informazioni su questo e contenuti simili su piano.io

Add Comment