7 libri di gestione da leggere questa tenuta

Eccoci al nostro appuntamento estivo con i libri da portare con voi para la vacanze.

Siamo presto ad affrontare il futuro? Cerchiamo di catturarlo con un futuro maker, abbiamo una persona che per mestiere analizza e interpreta il trend tecnologico con quello che faremo in futuro. Cristina Pozzi, autrice del libro”Benvenuti nel 2050. Cambiamento, curiosità e critiche” (Egea editore, 221 pagine, 2019), è un’imprenditrice e divulgatrice. È stata nominata vieni Futuro Leader del World Economic Forum in quanto si aspetta da scenari futuri in relazione a tutte le nuove tecnologie. In questo libro e in un divertente discorso ispiratore, disponibile sul webPensiamo di poter provare a testare il futuro e prepararci al cambiamento.

……

È supportato anche da Cal Newport nel suo bestseller “Lavoro profondo. concentrati al massimo” (Roi Edizioni, p. 288, 2020): in futuro gli succederanno solo persone che sapranno focalizzare la propria attenzione la sua complessa attività legata al pappagallo lavoro. So di non conoscere la filosofia prevalente del multitasking, so che ci sono diversi dispositivi tecnologici quando non raggiungo una competizione completa, apprezzo le opzioni, prendo decisioni o immagino in modo creativo, un’ancora di non visibilità . Per riuscire a raggiungere la giusta concentrazione sul lavoro, è però necessario fornire gli strumenti che consentano l’agevolazione della concentrazione, uno di questi strumenti è la famosa, vecchia agenda.

L’agenda come strumento di un certo lavoro non è una nuova vita. Usato in forma letterale o elettronica, segna il quotidiano delle nostre attività lavorative: ma siamo sicuri di usela in timempo corretto? Il libro di Claudia Elisabetta Muccinelli dà il titolo “L’Arte dell’Agenda: organizza il tuo tempo senza perdere tempo” (Amazon Italia, 148 pagine, 2020) impara una riflessione sull’utilizzo del tempo stesso. Riflessione elabora sotto forma di colloquio-dialogo filosofico con il designer del tempo Roberto Rosso.

…..

È un assioma: chi arriva in cima crede di avere meritato il proprio successo: quelli che non ce l’hanno fatta, meritano il loro destino. Le opportunità sono uguali per tutti, basta saperlo fare. È davvero così? Qualche dubbio è suggerito dal testo del libro di Michael Sanders, “La tirannia del merito. Perché vivevamo in una società di vincitori e di perdenti” (Feltrinelli editore, 288 pagine, 2021).

Il libro fa parte di un episodio di cronaca. Nel 2019 la Procura Federale degli Stati Uniti accusa trenta genitori benestanti di essere stati pagati, in maniera fraudolenta, per garantire la propria ammissione ad una prestigiosa università, tra cui Yale, Stanford e la University of California (USC).

…..

Ora che sapete tutto sulla resilienza e su come resistere di fronte alle difficoltà che incontrate ogni giorno sul lavoro, dimenticate tutto. Corsi di formazione, libri e articoli sulla resilienza sono roba passata. O meglio, ora che avete capito cos’è la resilienza, dovete rendervi conto che non basta. Non basta perché se si concentra sul come resistere agli urti, come essere duttili, ma non spiega come benefie dell’experienza, come evolutionre dopo aver vissuto un problema e fare in mode che questo non si ripresenti in futuro.

Occorre chi superi il concetto di resilienza, faccia un passo avanti e legga il libro di Giuseppe Vercelli e Gabriella d’Albertas dal titolo “Antifragile. Fai della fragilità il tuo punto di forza e dell’incertezza un cavallo di battaglia(Feltrinelli, 256 pag., 2021). Giuseppe Vercelli è Professore Ordinario di Psicologia dello Sport all’Università di Torino, che è anche responsabile dell’Area Psicologica della Juventus FC 2011. In questo libro Vercelli introduce il concetto di antifragilità, che supera quello di resilienza e che nasce per vedere vissuta e superata una situazione critica.

…..

Per ogni posto di lavoro lasciato libero da un senior corrisponde a una nuova assunzione per un giovane, il rapporto è uno per uno. Questa cosa in realtà è un luogo comune, come scrive Elsa Fornero nella sua prefazione al libro di Gianbattista Rosa, Invecchiamento attivo in azienda. Trasformare i lavori senior dà problema a opportunità (Franco Angeli, 120 pagine, 2021).

Un tempo comune basato sulla sua falsa credenza che il sistema economico abbia stabilito un numero “determinato” del posto di lavoro e che chi ha un nuovo arrivato possa trovare occupazione solo davanti al corrispondente utente del chi, quale posto lo occupa. Una recente revisione della Banca d’Italia afferma che l’immobiliare è molto complesso e che tale tasso di sostituzione è limitato ad una sola emissione per via delle pensioni. Sempre nella sua prefazione, Elsa Fornero ha contraddetto l’autore della pensione anticipata, sostenendo che un’iniziativa generale, pubblicata a favore di Giovani in real estate, ricca in proprio, tassava gli altri compensi per garantire l’assistenza previdenziale a un certo numero di semper. maggiore di pensionati

….

Consiglio infine questo racconto di viaggio di Paolo Rumiz descritto nel libro Apia (Feltrinelli, 362 pag., 2016). L’autore, giornalista e scrittore, ha percorso a piedi la prima grande strada europea, l’Appia e in questo libro vi racconta la sua storia perduta. Una storia che non governa solo l’Impero Romano ma la stessa storia dell’Italia, della sua unificazione, dei suoi sapori e colori. Un viaggio che attraversa l’antica strada romana e porta alla ri-scoperta di quell’Italia less conosciuta, forse dimenticata, ma non per queto less beautiful.

Add Comment