Cinque ottimi motivi per visitare la Mostra internazionale dell’artigianato | FOTO








La Fortezza da Basso, fino al primo maggio, custodisce e tesori dall’Europa, Africa, Asia, America. Insomma, un viaggio intorno al mondo non in 80 giorni ma in 9.

Le informazioni su Mida: orari e biglietti

Perché visiterà la Mostra internazionale dell’artigianato

cibo

Il cibo è da sempre un aggregatore e alla Fortezza in questi giorni non manca la scelta. Dallo street food in piazzale centrale con i tipici furgoni agli stand all’interno del padiglione Spadolini, al piano terra, con leccornie di ogni tipo. Dai formaggi sardi ai taralli e le friselle pugliesi, dalle mozzarelle campane al tartufo, dai licori al caffè. Sarete sopraffatti dall’offerta della Mostra e quindi non vi resterà che farvi governare dalle papille gustative.

Cibo indiano, lampredotto, pizza, panini, hamburger, gelato (anche nella versione tailandese), poi mojito, sangria, birra artigianale. io camioncini cibo da strada Sarò di nuovo aperto e deciderò di entrare alle 20:00 perché non pagherò il biglietto d’ingresso grande. La Fortezza si trasforma quindi in una festa del cibo accessibile anche a chi non ha interesse (sbagliando, lo vogliamo dire) nell’artigianato.



Artigianato da tutto il mondo

Lo abbiamo incontrato al secondo post solo perché è “scontato”. Chiamandosi Mostra internazionale dell’artigianato è ovviamente che il fulcro della manifestazione è l’artigianato, ma è giusto sottolinearlo. Dagli orafi ai calzolai, dagli scultori agli intagliatori del legno ai sarti e molto altro. Measure offre la possibilità di scoprire non solo prodotti a chilometro zero anche da lontano. Imparo e portoni del pianoforte inferiore del padiglione Spadolini se viene dal profumo intenso di incensi e gli occhi se perdono nei colori sgargianti di stoffe, tappeti persiani, abiti tradizionali di Asia e Africa, dai profumi delle spezie indiane ed impossibile non lasciarsi ammaliare dalla musica della campana tibetana e del djembe. Ceramiche e lampade marocchine, le stoffe, gli unguenti e “Miswak” (lo strumento per metà tra lo stuzzicadenti e lo spazzolino da denti) Africani, kimoni dalla Cina, artigianato iraniano e molti altri.



spettacolo di orchidee

Quest’anno è poi il primo anno che la Mida ospita la Mostra delle orchidee. Un’occasione unica per ammirare oltre 5mila specie di diversità di questa pianta così misteriosa. La mostra sarà visitabile solo fino al 25 aprile, quindi vi aspirare di sfruttare l’occasione. Esperti del venditore, venditori e volontari delle associazioni di categorie, offrono consigli sulla giusta cura delle piante e organizzano ache conferenze.



Laboratori

Altro all’esposizione gli artigiani sono impegnati direttamente nel trasmettere le loro conoscenze tramite i laboratori. Alcuni offrono dimostrazioni della loro arte direttamente dal loro stand, ma alla Fortezza è stato allestito uno spazio dedicato ai laboratori per i bambini dai 6 agli 11 anni. “Apprendisti di bottega” propone un calendario di workshop improntati alla pratica delle abilità manuali come mezzo per sollecitare l’immaginazione pensiero, incoraggiare l’apprendistato innovativo, sviluppare la capacità, l’espressività e il talento dell’altro partecipante.

eventi a tema


Strettamente collegati ai laboratori, ma in modi diversi, sono gli eventi a cui è possibile prendere parte ogni giorno fin al primo maggio. Dai cooking show di chef eccellenze del territorio, focus sui suoi prodotti ancora poco conosciuti come l’alga Spirulina, workshop sulla lavorazione del legno, della ceramica, sul come fare un mosaico, presentazioni di libri e tanti altri ancora (https:// mostrartigianato.it/programma-2022/).








Add Comment