I produttori cinematografici controllano le VPN: “Aiutano pirateria e non fanno niente perimpidlo”

Altri venti produttori cinematografici hanno segnalato Private Internet Access (PIA) ed Express VPN International nel primo capitolo della battaglia sul controllo della VPN (o Virtual Private Network), soluzioni per aggirare le restrizioni imposte limitando la diffusione dei contenuti.


La VPN viene in genere utilizzata per mascherare la tua connessione e consentirti, ad esempio, di navigare nel tuo sito bloccato in un paese o di accedere alla piattaforma Internet, come i servizi di streaming, disponibili altrove.


In particolare, ha raccontato Wired, l’accusa è che attraverso la VPN la persona violino il regista del film e della serie TV e che il gestore della VPN non sia solo non facciano niente per impedirlo, ma, anzi, facciano leva su tali Possibilità di promuovere e fornire servizi.

lo accusano


A causa della citazione in tribunale di 26 produttori cinematografici non-raccolgono i dati degli utenti e perciò, in caso di violazione del diritto d’autore o di altre attività illecite svolte mentre la connessione era protetta da una VPN, nessuna informazione può essere passata alle forze dell’ ordine : perché le aziende non hanno quelle informazioni.


Sulla parola,
L’accusa è che la VPN abbia incoraggiato la pirateria online I produttori cinematografici non hanno denunciato PIA ed Express VPN, sostenendo che se la legge impedisce loro di farlo, lo fanno.

L’Unione Europea, gli Stati Uniti e altri 32 Stati hanno firmato la Dichiarazione per il futuro di Internet

Vai a tutta approfondimento


Nel documento, se hai letto il caso, hai accusato la VPN di essere “uno strumento essenziale per la persona che desidera piratare e soddisfare attraverso il P2P” sottolineando l’anonimizzazione del traffico di rete.

Anzi, secondo l’accusa chi usa le VPN indugia in altre attività illecite come”hacking illegale e omicidio“perché la loro identità viene protetta e aziende”Usa questi tragici incidenti come opportunità per promoovere i loro servizi VPN“, dimostrando che l’anonimato è garantito.


Non documento se mi riferisco anche a tutte le idee politiche di qualcuno che fa parte del gestore VPN. Una delle domande è Rick Falkvinge, il responsabile della privacy di PIA e fondatore dello Swiss Pirate Party, che, per il resto del cucito, propone di invertire le norme sul copyright e consentire la libera circolazione dell’audio non commerciale -contenuto visivo.


Aggiunge se è accusato di essere grave e quasi omicida o attacchi informatici non siano rilevanti rispetto al caso della violazione del diritto d’autore e che è utilizzato solo da mettere in cattiva luce e gestori della VPN e influenzare la giuria.

Ho quasi un precedente: andare su BitTorrent e registrare gli indirizzi IP


In passato, alcuni gestori di VPN hanno dato tutte le richieste dei produttori cinematografici: TorGuard ha bannato BitTorrent e questo ha fatto VPN.ht, che negli ultimi tempi ha iniziato a raccogliere anche le informazioni sui suoi indirizzi IP del suo utilizzo. Un’altra società che non paga per il suo utilizzo, LiquidVPN, ha accettato di pagare 14 milioni di dollari in alcuni casi di produzione per violazione del copyright.


Un rappresentante della Electronic Frontier Foundation, gruppo di sensibilizzazione sulla libertà civile su Internet, ha definito “estremo e non supportato dalla legge“Le accuse dai produttori cinematografici.

In una nota invitata a Wired, Mitch Stoltz, EFF Senior Advocate, ha aggiunto che i gestori di VPN hanno iniziato a monitorare le attività dei pappagalli ricchi di questa causa, “Verrebbe insidiato l’intero senso del servizio di una VPN, ovvero ciò che protegge la comunicazione della persona su Internet dall’originale“.


Stoltz ha fatto però notare che l’uso di espressioni di marketing che strizzano l’occhio alla possibilità di piratare i contenuti tramite le VPN sono un bersaglio facile in una battaglia legale. Quando non vieni pubblicizzato, infatti, le aziende”non possono essere ritenute responsabili anche quando qualche utente viola“delle leggi.


Add Comment