Il rock tra Cavaglià e Berlino viaggia sulle note dei Viziosa, la band nata durante il lockdown

Tra chi li apprezza ci sono nomi importanti, come lo de Kristian Marr, chitarrista di Amy Winehouse e Noel Gallagher, oppure per Drew McConnell, bassista dei Babyshambles di Pete Doherty. Riccardo Nicolello, voce della Viziosa, ha saputo cosa fare con Cavaglià per Londra quando ha iniziato a lavorare nel campo musicale: non come artista, come manager e come agente di prenotazione, cosa che continua a fare tutt’ora .

Nel frattempo ha continuato a coltivare la passione per la poesia, fino a quando ha deciso di dime e la sua versione in musica. Per farlo è venuto come compagno di viaggio grazie al musicista di Cavaglià, il chitarrista e tastierista Lorenzo Corti e il bassista Paolo Grimaldi, che hanno incontrato il batterista e produttore dei Berlino avevano napoletano, Maurizio Vitale, che mi ha permesso di completare la formazione.

Ne è venuto fuori prima un potente singolo, «Dimmi», che è un po’ il manifesto del gruppo, con il testo that racconta di un personaggio borderline, a prete costretto dalla famiglia a scegliere la tonaca, un lancinante riff di chitarra, basso e batteria a pompare potenza, la voce carica a sputare parole velenose. Seguirò un ep intitolato «Avvoltoi», del milanese Believe, che segue con ogni nuova chitarra la stessa linea del sassofono di Enrico Gabrielli dei Calibro 35, un farsi da ricordare in ogni passaggio. Un pasticcio fulminante, registrato a Berlino ai Candy Bomber Studios (ci sono passati anche Iggy Pop e Nick Cave).

L’idea di creare un gruppo è nata a Nicolello durante il recente lockdown. «I mesi di isolamento li ho passati a Cavaglià – ricorda -. Attraversavo i campi per andare a casa del bassista per comporre i primi pezzi». Oggi entrambi vivono a Ivrea, gli altri due componenti sono rimasti a Berlino, «dove ci troviamo per prove e per i nuovi pezzi». In questi mesi sono tutti in Italia per i primi concerti. «A fine mese posso fare da spalla a Richie Ramone, ma sembra che il suo tour possa essere annullato. L’obiettivo è comunque di suonare il più possibile».

Fuori dalle strette conoscenti di Marr è stato anche il testimone di nozze), Nicolello cita come an experience degli Idles, alfieri di un genere che amano heavy post punk, o dei Viagra Boys con cui atteggiamento con atteggiamento, fuferocia nei testi. «Il nome Viziosa – conclusione – è arrivato perché si tratta di un termine che raggruppa tutti i personaggi delle nostre canzoni, degli inetti inadatti a vivere nel mondo, preda di diversion vizi». —

© RIPRODUZIONE PRENOTAZIONE

Add Comment