è morto il fotografo ravennate Roberto Masotti

Ravenna e il mondo dell’arte e dello spettacolo piangono il fotografo ravennate Roberto Masotti che se ci passava notte fra domenica e lunedì, all’età di 75 anni. Attraverso la sua lunga e straordinaria carriera, da solo o in coppia con Silvia Lelli, Masotti ha immortalato alcuni dei più importanti artisti italiani e internazionali.

Nel 2017, in compagnia della vita di Silvia Lelli, è stata protagonista della mostra fotografica “Musiche” al Mar, spettacolo che ha accompagnato ed è arrivato nel percorso della XXVIII edizione del Ravenna Festival. Una raccolta di 85 scatti in bianco e nero raccolti in quasi quarant’anni di attività. Masotti sarebbe dovuto essere protagonista del Ravenna Festival 2022: era prevista infatti per il 1° Luglio alla Sala Corelli la presentazione del libro fotografico di Masotti dedicato a John Cage e Franco Battiato, per la figura fondamentale della musica del nostro tempo che il ravennate fotografo ha immortalato in Corso degli Anni.

Il suo web sono in tanti ha rivolto il proprio commiato all’artista ravennate. Fra loro anche il musicista e cantautore Eugenio Finardi: “Che tristezza! Ho appena saputo che ci ha lasciato Roberto Masotti, grande fotografo e amico, che ha documentato la storia della musica in rima con il suo inimitabile e grande stile di rock, jazz e della classica. His scatto di copertina di Sugo del retro di Diesel e del Parco Lambro Festival 1976. Stavo riguardando le sue beautiful foto così pieno de futuro. Che peso sul cuore, un altro amico di quell’opoca straordinaria che non rivedrò più . .. Ci rimane il suo lavoro. Addio Roberto. Un abbraccio a Silvia Lelli, compagna di lavoro e di vita”.

“Esploro a fondo il prematuro confronto di Roberto Masotti, grande artista, grande fotografo – afferma il Consiglio direttivo dell’Associazione Dis-Ordine di Ravenna – Solo di pochi mesi fa gli ultimi contatti per intraprendere nuovi progetti assieme, con Silvia e Roberto Onorari Membro del Dis-Ordine. Roberto si è detto disposto a scrivere all’Artistico, mio ​​padre e mia madre non sono tornati alla Scuola Scientifica. Troveremo il modo di riscattare questo desiderio in memoria. Sincero Cordoglio e un saluto affettuoso alla Silvia , al fratello Franco e alla famiglia”.

Add Comment