“Fabrizio Corona mi è piombato in casa, urlava e cercava soldi”

“Un trattamento inaccettabile” – “Abito al quarto piano di un residence, mi sono tuffato con un portinaio 24 ore su 24. Sono passate le di di sera quando sento le urla fuori dalla porta, non so come si riuscito a quel point chiamo i carabinieri, ma li aveva chiamati pure lui. Così sono arrivate tre pattuglie e mi sono trovata a casa nove-di militari. Mi sono messa a disposizione e ho detto che poteva perquisirmi la casa perché non avevo nulla da nascondere. E infatti alle due del mattino se ne sono andati, senza trovare nulla”. Nina Moric ricotruisce così la spiacevole vicenda in un’intervista al quotidiano Il Corriere della Sera.

“Se ho a che fare con un dissidio tra un ex marito e un’ex moglie, come ne accadono tanto”, ha ridimensionato il legale di Corona, tipografo domiciliare per motivi di salute.

“A me umanamente dispiace per lui, non voglio putmi in cose che possono nuocergli, ma non accetto di essere calunniata” – conclude il Moric nell’intervista, precisando che in termini di denaro l’ex marito a essere in debito con lei .

Ti interesserà anche:

Add Comment