Il Teatro di Porto Rotondo sarà definitivo il prossimo anno. “Ci sarà anche Mario Ceroli” – Olbianova

★VIDEO★ PORTO ROTONDA. Ci sono due opere che fanno capo a Mario Ceroli che stanno per vedere la luce: il primo governa i fini dei lavori del teatro greco e il secondo sarà ospitata all’interno della chiesa artistica di San Lorenzo.

Dà una parte intera alla storia secolare dell’antica Grecia, della Roma imperiale e della Sardegna con il revival del pozzo prenuragico di Santa Cristina e del gigante di Mont’è Prama e l’altra opera confessionale dell’apertura del Mar Rosso. La prima serie di alti rilievi frequenta il teatro tra l’opera religiosa ed è destinata a completare l’allestimento della chiesa monumentale di cui Ceroli condivide la paternità con il collega andrea cascata.

Le due importanti novità sono state annunciate dal conte Luigi Dona Dalle Rose nel corso della conferenza stampa di presentazione del cartellone degli estivi del 2022.

All’incontro tra con i giornalisti ha partecipato all’amministrazione comunale di Olbia nella figura dell’advisor Marco Balata (Tusrimo) e Sabrina Serra (Cultura): “Apriamo il teatro al centro degli eventi – ha descritto il vicedirettore – e apriamo la tavola in piedi un calendario importante adatto ad un pubblico giovane che ad un pubblico adulto. È un lavoro fruttuoso di tanti soci che hanno pensato di incontrare il centro di Porto Rotondo come perla culturale del territorio olbiese”.

“La mia piazza sotto – è cresciuta cornice balata – che per due anni di fila Porto Rotondo è stata assegnata a Brera per la manifestazione “la vita dà amoreDedicato a tutte le persone che vivono con disabilità. Questo è un elemento di prestigio non solo per il borgo sardo”.

A cura del Presidente del Consorzio, Leonardo Salvemini “Il tavolo condiviso nasce per la realizzazione del calendario degli eventi se si concretizza custodendo il futuro con una particolare attenzione rivolta ai giovani in un rapporto per la sostenibilità e l’ambiente. Ci sarà così tanta musica, arte, italiani, i migliori doppiatori italiani con “Voci tra le onde”, libri, incontri a tema e tanti altri appuntamenti”.

In ha imprigionato la parola il creato visionario di Porto chiusura Rotondo, il conte Luigi Dona Dalle Rose: “Il borgo va completato e ringrazio il consorzio e il Comune per il nuovo centro sportivo (inaugurato questa mattina, ndr). A breve ci sarà un incontro con il Comune di Olbia per concludere finalmente il teatro con il museo nel Sottopiano e la chiesa per la quale l’artista Mario Ceroli ha progettato una splendida onda che rappresenta l’apertura del Mar Rosso”. Al termine della conferenza abbiamo aperto l’intervista: segui il video ▼

Add Comment