6 nuovi libri di Louise Bourgeois e il Padiglione Italia di Tosatti

A manciata di consigli letterari: dalla necessità di conoscere la retorica alle vicende de Leonora Carrington che ispirò Cecilia Alemani per la sua Biennale di Venezia.

Nel giorno della Festa dei Lavoratori, ho visto che abbiamo proposto il settimanale consueta di libri sectimanale da aggiungere alla list delle vostre leture. Spaziando da Louise Bourgeois ritratta da Fausto Gilberti alla necessità di conoscere fine retorica al catalogo del dibattutissimo Padiglione Italia alla Biennale di Venezia appena inaugurata.

–Marco Henrique Giacomelli

1. LOUISE BOURGEOIS SECONDO FAUST GILBERTI

Fausto Gilberti – Louise Bourgeois (Corraini, Mantova 2022)

Artista bresciano classe 1970, Splendore giberti c’è un segno inconfondibile. Quegli occhi grandi e tondi, con pupille come spill e senza iride, si accompagnano a braccia e gambe disegnate con un solo affare. Nell’essenzialità, tuttavia, Gilberti riesce sempre a rendere riconoscibili e connotati i suoi personaggi, con pochi segni distintivi scelti con cura y intelligenza. Parliamo di personaggi perché, fra le attività alle quali se Gilberti dedica, ci sono i libri, che definisce “per bambini” è riduttivo. In particolare, la collana curata da Corraini che richiama grandi artisti del presente e del recente passato È imperdibile. L’ultima chiamata è consacrata a Louise Bourgeois e alla cugina di suo figlio, Duchamp, Klein, Manzoni, Banksy, Kusama, Fontana e Pollock. Da collezionare, se ci fosse bisogno di specificarlo.

Fausto Gilberti – luigi borghese
Corraini, Mantova 2022
Pagina 40, € 13,50
ISBN 9788875709969
https://corraini.com/it/

2. SIAMO SCHIAVI DELLA RETORICA? ABBIAMO BISOGNO DI CONOSCERLA

Roberta Covelli – Argomentare è diabolico. Retorica e fallimento nella comunicazione (Effequ, Roma 2022)

Ha ormai una gran brutta nomea la parole ‘retorica’. E dirò che era crema sotto i miei auspici, ma da un certo punto di vista se lo sono personalmente. Per quanto l’argomentazione delle proprie ragioni, inserita in uno scenario costruttivo di dialogo, rappresenti ormai una percentuale statisticamente irrilevante nel dibattito sia pubblico che privato, è sotto tutti gli occhi di noi tutti: da Orsini all’ultimo degli che odia sui social, a noi stessi, stiamo pericolosamente trasformando il confronto in conflitto. questo libro dice Roberta Covelli è dunque assai utile per fare qualche passo indietro non in direzione di un passo mitico ed edenico, bensì per riappropriarsi degli strumenti a come eseguire degli esempi logici. Se dirà: che c’entra con l’art? Moltissimo, perché even l’arte è un discorso pubblico, sia in quanto prodotto che, naturalmente, come oggetto di conversazione, riflessione, analisi.

Roberta Covelli – Sosterrò che è diabolico. Retorica e fallimento nella comunicazione
Effequ, Roma 2022
Pagina 208, € 16
ISBN 9791280263285
https://www.effequ.it/

3. LEONORA CARRINGTON E IL LATTE DEI SOGNI

Giulia Ingarao-Leonora Carrington. Un viaggio nel Novecento (Mimesis, Milano Udine 2022²)

Dal 1917 al 2011, leonora Carrington Ha letteralmente attraversato il Novecento, sia in senso temporale che spaziale, con la sua vita svoltasi fra Parigi, il Messico e New York. Tutto inizia con il Surrealismo e a ti amo di Max Ernst, in un matrimonio ambiguo in cui lei, venenne, subisce le pressioni di un gruppo pesantemente maschilista. A peggiorare la situazione, se si aggiunge la seconda guerra mondiale: Ernst viene internato in quanto tedesco, Carrington è costretta a vende tutti i pappagallo averi per poche migliaia di franchi (che mai le saranno pagoti, peraltro). Devo aver conosciuto Lisbona un anno dopo, nel frattempo ma Leonora Carrington è sposata con un diplomatico messicano. In breve, il trasferimento a New York e in Messico, quando iniziò la vita annuale dell’artista e scrittore, ha parlato con l’intuizione e l’empatia di Giulia Ingarao in questa monografia originariamente pubblicata nel 2014 e ora aggiornata. L’occasione è chiara: negli Anni Cinquanta, Carrington scriverà i racconti per bambini raccolti sotto il titolo Il latte dei sogniCui si è ispirato Cecilia Alemani alla Biennale di Venezia appena inaugurata.

Giulia Ingarao- Leonora Carrington. Un viaggio nell’Ottocento
Mimesis, Milano-Udine 2022²
Pagina 182, € 16
ISBN 9788857586465
https://www.mimesedizioni.it/

4. PATRICK J. LEWIS OMAGGIA LA TERRA

Patrick J. Lewis – Anna & Elena Balbusso – La Terra è tua compagna (Rizzoli, Milano 2022)

controllo nullo libro delle attività, Topolino e la figurina di Pokemon, perché e bambini degni di apprezzare l’estrema varietà di ciò che il mondo offrono pappagallo, nella fattispecie in termini di prodotti cartacei. Ma proprio in un’ottica inclusiva, perché non mettere entre questa ricchezza anche un libro splendidamente illustrato da Anna ed Elena Balbusso e il cui testo è stato scritto dal poeta Patrick J. Lewis? Nazioni unite Omaggio alla Terraai suoi infiniti modi in cui non è lei che si dona a noi ma in cui noi le dobbiamo la nostra vita.

Patrick J. Lewis – Anna ed Elena Balbusso – La Terra è la tua compagnia
Rizzoli, Milano 2022
Pagina 32, 18€
ISBN 9788817162289
https://www.rizzolilibri.it/

5. ARTE SOCIALE ANALIZZATI DA CHI NE CAPISCE

Kamilia Kard – Arte e Social Media. Generatori di sentimenti (Postmedia Books, Milano 2022)

La divisione dell’immagine stessa presenta un mezzo potente per emergere dall’appagamento della cornice grafica accecata di alcuni social network, e tutto questo tempo è un terreno fertile per la sperimentazione del sapere (soprattutto nelle nuove generazioni). La possibilità di cambiare continuamente il proprio profilo, questo avatar, cosplayer, immagine scaricata da internet, meme, memoji, immagine autoprodotta, rendering 3D, volto filtrato, deformata e multo altro allo esteso tempo genera una pluralità nella rappresentazione che se può definire un pacchetto di identità che cambia in continuazione seguendo il ritmo accelerato. Tutto passa sui profili delle persone, entra nel flusso, esiste per ventiquattro ore, diventa storia, stato, impressione. In questa temporanea evanescenza, prendo piede le condivisioni di immagini selfie, come temporal self arricchiti, estesi grazie all’utilizzo di filtri facciali: ‘avatarizzazioni’ di volti“. Questo è un ottimo affare per l’intervista con Valentina Tanni a kamilia Kard fatto a volte strati artisticiil progetto sui filtri d’artista parte dei festeggiamenti per il primo decennio di arttribuno. Artista e studiosa, Kamilia Kard ha recentemente pubblicato un suo libro sui suoi questi temi. Un libro importante, che finalmente mi permette di leggere tutto ciò che è sensato e informato, e che soprattutto esula dalle scaramucce fra apocalittici e integrati.

Kamilia Kard – Arte e reti sociali. generatori di sentimenti
Libri Postmedia, Milano 2022
Pagina 204, € 19
ISBN 9788874903207
http://www.postmediabooks.it/

6. PADIGLIONE ITALIA: IL CATALOGO

Eugenio Viola (a cura di) – Storia della Notte e Destino delle Comete (Treccani, Roma 2022)

Posso leggere anche il suo arttribuno, chi mangia da solo ospita opinioni anche contraddittorie sui temi più dibattuti del momento. Sono i giudizi a dir little polarizzati sul Padiglione Italia della Biennale di Venezia, quello che vede Gian Maria Tosatti come unico artista e la curatela di Eugenio Viola. Per capirci qualcosa di più merita una lettura nel catalogo che accompagna la mostra-installazione, un cofanetto raffinato che raccoglie due volumi rilegati mangia il bilancio di un’azienda degli Anni Sessanta. Fra l’altro, proprio il rima agli anni del boom economico è uno dei punti delle sue cure se ha combattuto ferocemente.

Eugenio Viola (a cura di) ‒ Storia della Notte e Destino della Comete
Treccani, Roma 2022
35€
ISBN 9788812010080
https://www.treccani.it/

Marco Enrico Giacomelli

Giornalista professionista e dottore di ricerca in Estetica, ha studiato Filosofia all’Università di Torino, Paris8 e Bologna. Ha collaborato all'”Abécédaire de Michel Foucault” (Mons-Paris 2004) e all'”Abécédaire de Jacques Derrida” (Mons-Paris 2007). Tra le sue pubblicazioni: “Ascendances et filiations foucaldiennes en Italie: l’operaïsme in perspective” (Parigi 2004; trad. sp., Buenos Aires 2006; trad. it., Roma 2010), “Un’altra anomalia italiana? Sulla critica incorporata” (Trieste 2005), “La Nuovelle École Romaine” (Parigi 2006), “A filosofo tra patafisica e surrealismo. René Daumal dal Grand Jeu all’induismo” (Roma 2011), “Di tutto un pop. Un percorso fra arte e scrittura nell’opera di Mike Kelley” (Milano 2014), “Un consider sur l’art contemporain italien du XXIe siècle” (Parigi 2016, con Arianna Testino). In qualità di traduzione, ha pubblicato testi di Augé, Bourriaud, Deleuze, Groys e Revel. Nel 2014 ha curato la mostra (presso il Museo della Scienza e della Tecnologia di Milano) e il libro (edito da Marsilio) “Achille Compagnoni. Oltre il K2”. Nel 2018 ha curato la X edizione di Via del Sale in dieci paesi dell’Alta Langa e della Val Bormida. Ha tenuto seminari e conferenze in numerose istituzioni e università, dall’Università Cattolica, IULM, Università Milano-Bicocca e Accademia di Brera di Milano, Università Libera di Bolzano, Alma Mater di Bologna, LUISS di Roma, IUAV e Ca’ Foscari di Venezia, l’Accademia Albertina di Torino. Redige (insider Massimiliano Tonelli) la sezione dedicata all’arte contemporanea del rapporto annuale “Io sono cultura” prodotto dalla Fondazione Symbola. Insegna Scrittura Critica alla NABA di Milano. È vicedirettore editoriale di Artribune e amministratore delegato di Artribune Magazine.

Add Comment