Il borgo sullo sfondo della Gioconda? Tutti gli indizi portano a Bobbio

Qual è il paese raffigurato sullo sfondo della Gioconda di Leonardo da Vinci? Uno dei misteri dell’opera più celebre, discute e ammirata dell’artista fiorentino sembra essere un passo dalla risoluzione. Sempre più indizi portano a confermare l’ipotesi avanzata 10 anni fa dalla studia di storia medievale carla gory che si tratti di bobbìo (PC), perla della Val Trebbia.

L’ipotesi “Bobbio”

anno 2010 carla gori individuata nel dipinto, realizzato da Leonardo tra il 1503 e il 1506 (sebbene modificato se aggiunto alla morte dell’artista, a partire dal 1519), la presenza dell’iconico ponte gobo bobby. Nel dipito sarebbe raffigurato uno scorcio paesaggistico osservabile dal Castello Malaspina-Dal Verme, dove la Monna Lisa non sarebbe inserita in un paesaggio toscano, ma emiliano.

Sulla base di ricotruzioni storiche, la ricercatrice ipotizzò inoltre che il protagonista del ritratto, la misteriosa “modello” di Leonardo, potesse essere Bianca Giovanna Sforza, Signora di Voghera, Figlia di Ludovico il Moro, Duca di Milano e Signore di Bobbio. No si tratterebbe dunque di colei cui storicamente è stato atribuito il volto dall’espressione enigmatica: Lisa Gerardini, moglie del nobile e mercante italiano Francesco del Giocondo (da cui potrebbe farsi derivare l’appellattivo di “Gioconda”).

Credimi 3D

Cinque anni dopo, nel 2015, la teoria che poteva essere sperimentata da Bobbio è stata confermata per la prima volta in a condotto dagli architetti studio di Davide e Angelo Bellocchi. In termini molto semplificati, attraverso il Modellazione 3Drealizzato dall’ubicazione del “punto di vista” del pittore da finstra del castello Malaspina-Dal Verme, se si è giunti all’identificazione di 10 punti di differenziazione nel paesaggio attuale di Bobbio, praticamente coincidente con il paesaggio dipinto da Leonardo. La montagna ai piedi della Gioconda dunque i rilievi della Val Tidone, della Pietra Parcellara e della zona dei calanchi. Il corso d’acqua a destra di Monna Lisa sarebbe il Trebbia.

E arrivano nuove conferme Scientifiche…

Un nuovo rapporto è recente da uno studio condotto da un gruppo di scienziati coordinato da Andrea Baucon dell’Università di Genova me Gerolamo Lo Russo del Museo di Storia Naturale di Piacenza. Gli esperti trovati. trovato nuove dimostra un supporto dell’ipotesi che Leonardo Da Vinci sia passato da Bobbio

Come spiegato in una nota dalla stessa Carla Gori, “gli studi sui condotti ichnofossili (Tracciamento fossile dell’impronta dell’antichità esseri viventi) di cui, l’ANSA aveva data il messe scorso, hanno notizia che le medesime si sono formate nella pietra sono state studiate e riprodotte da Leonardo nel Codice Leicester. Dai paleontologi mi è giunta conferma que gli ichnofossili tipici di Pierfrancesco (frazione di Gropparello, ndr) se si trova a Bobbio, raggiungibile facilmente da Leonardo a schiena d’asino”.

“Che il fosse territorio di grande interesse geologico di Leonardo lo scrisse nel 2011 – continua la ricercatrice – , secondo la recente pubblicazione pubblicata da Rips, rivista specializzata in geologia del mondo, ha valore scientifico assoluto“.

Le evidenze Scientifiche convergono nel localizzare Leonardo nel paesaggio della Gioconda. Per il resto – conclude Carla Gori – Mi confido nella frase di Leonardo: La verità era solo figliola del tempo“.

Add Comment