Jorit ha realizzato un murale dedicato a Rino Gaetano a Crotone – Il Crotonese

CROTONE – Anche la città di Crotone potrebbe vantarsi di avere un’opera di uno degli street artist più famosi al mondo: Jorit. Lunedì 2 maggio, infatti, il noto artista Jorit lavorerà in via Mastracchi, nel quartiere 300 alloggi, dove sulla facciata di un palazzo dell’Aterp di fronte piazza Beato Gerardo Sasso, realizzato dal Comune di Crotone un murales che ritrae Il volto del cantautore crotonese Rino Gaetano.

L’opera, come ha sentito il vice-sindaco di Crotone, Sandro Cretella, dipingerà la sua parete alta 12 metri per 8 e presenterà un primo pianoforte del cantautore rispetto al 2° del 1981, caratterizzato anche dal frase ‘Se mai qualcuno capirà, sarà senz’altro un altro come me’ tratta dalla canzone ‘Ad esempio a me piace il Sud’. E’ stato lo stesso Jorit a scegliere di dipingere il volto di Rino Gaetano tra una rosa di personaggi che non stati presentati dal Comune di Crotone. Per questo l’Amministrazione ha ottenuto tutta l’autorizzazione dalla famiglia di Rino Gaetano che ha approvato anche il bozzetto dei murales. Il Comune ha anche ottenuto l’autorizzazione dell’Aterp per l’utilizzo del muro del palazzo di via Mastracchi.

L’iniziativa punta alla riqualificazione urbana a partire dalla zona periferica: “Lo scopo è aggiungere la città alle sue periferie – ha detto il direttore Vincenzo Voce presentando l’iniziativa -. Sarà un murale di tutti e crotonesi, un primo segno di cambiamento Crotone è una città già bella ma dobbiamo crederci noi in questa bellezza”.

L’operazione costa 21mila euro ed è finanziata attraverso il Fondo Migrant, un fondo che il Ministero dell’Interno estende alla comunità che fornisce alloggi ai migranti per contribuire alle performance socio-economiche e culturali dei quartieri popolari. Un’opera di Jorit, infatti, come è accolta in tutto il mondo dove l’artista si è immerso e volti della sua ‘tribù umana’ permette un’importante qualificazione urbana, anche sociale. Nel corso della realizzazione dell’opera, che durerà 10 giorni e 15 giorni, l’artista parteciperà anche in sala con svariate attività. L’inaugurazione si terrà il 2 giugno in occasione dell’anniversario della morte di Rino Gaetano.

Il vice consigliere Sandro Cretella ha anche annunciato che l’Amministrazione Comunale intende compiere un’altra operazione simile che coinvolge street artist di fama internazionale: “Abbiamo iniziato con il botto – ha detto Cretella – chiamando Jorit che è attualmente l’artista urbano più famoso. L’intenzione Continuerò con altri murales nei quartieri che sono diventati bisogno di rilancio urbano e sociale”.

La decisione della giunta che approva l’iniziativa prevede che per realizzare l’operazione di arte urbana, si utilizzerà la fazione di “un tessuto di un quartiere popolare in cui il risultato è alloggi dislocati di edilizia economica popolare”.

Jorit, artista partenopeo, è conosciuto in tutto il mondo per i suoi grandi murales realizzati con lo stile ‘Tribù umana’: le sue opere, infatti, sono caratterizzate dai fregi sul volto dei personaggi ritratti como segno di appartenanza ad una unica tribù, quella umano. I murales di Jorit hanno un grande impatto estetico e suscitano sempre grandi consensi. Festeggia e ritratti di Maradona, Pasolini, San Gennaro, Dostoevskij, Che Guevara a Napoli, Lucio Dalla (a Sorrento), Gramsci (Firenze), Gagarin (Mosca), l’attivista Ahed in Palestina la sua barriera alla separazine innalzata dallo Stato di Israele. Jorit, che ha realizzato e celebrato i suoi murales in tutto il mondo – dall’Africa all’Argentina, dagli Stati Uniti alla Cina – ad un profondo realismo un grande standard tecnico del mezzo pittorico esprimendo, attraverso il suo lavoro, forti messaggi di natura Social Ad esempio in uno dei suoi ultimi realizzati a Taranto quando ha visto il ritorno di Giorgio (nel video) un bambino morto da un tumore simbolo dell’emergenza sanitaria causata dal danno ambientale. Tanti i volti della tribù umana di eroi meno conosciuti.

Add Comment