“1988 (La cosa giusta)” il nuovo singolo di Cliò per pop e nostalgia ’80

1988 (La bella cosa)” è il titolo di nuovo
separare me video clip hanno dato cl, disponibile dal 28 aprile su tutte le piattaforme digitali. La cantante inaugura ufficialmente la sua carriera nel 1991, nel 1988 citando il titolo che ha firmato il suo primo contratto discografico, che per lei ha significato “la grande cosa” della giornata. Tra discografia e musica dal vivo ha all’attivo a vittoria al festival castrocaro e altri Cantagiro nella sezione Nuove Proposte, una partecipazione al Festival di sanremo e la presenza al progetto “Amici dell’AbruzzoLaura Pausini. A due anni dall’ultimo singolo “Oltre nuovi orizzonti” torna oggi con un brano e un videoclip dal sapore Anni ’80colomba ai ricordi dire uno vita costa il suo personale omaggio versetto a periodo
storico ei suoi retaggi culturali.

Pop me roccia dal classico retrogusto
anni ottanta, I am stati elaborati da David Giacomini che ha firmato la produzione e l’arrangiamento, tra cui Gabriele Cannarozzo al basso e Matteo Di Francesco alla batteria hanno dato il contributo ritmico del pappagallo. Il tutorial con la miscela di Carlo Di Francesco e il maestro di Pietro Caramelli di Energy Mastering. «Il testo è come un dialogo immaginario con il me adolescentespiega l’artista-. Ora che sono grande, dirò alla mia stessa:La cosa giusta, si può che sia giusto, è dimenticare por poi pardon di new incontrarsi e continuar“”. UN linea
melodico che traversa strofe e ritornelli, è scandita da una chitarra
liquido con l’ONU preparativi
sole che dare tutto il brano a tregua di lieto
positivitàcon il voce di Cliò che spicca protagonista il suo tutte lo nota. La prima strofa del brano, poi, racchiude in sé tutto il suo conflitto interiore, un misto di amore, delusione, smarrimento e desiderio di ricominciare.

ma è nel video clip che ricerca omaggio agli anni ’80 gira ancora più corpo. L’immagine firmata di Lorenzo Catapano, visto come protagonista cl tutto dentro uno conferenza Che cantare me proiettile unisciti a un gruppo di ragazze sulla coreografia di Lino Lacione. tra corpo
colorati me escaldamuscoliriproduzione scorre tra frame volontariamente disturbati dai tipici difetti delle mitiche
VHS dell’epoca sciogliere, pixel, fallimento e io tipico stridente Orizzontali è un elemento di narrazione, per portare lo spettatore a quell’atmosfera che l’artista racconterà in questo campo.

Add Comment