Alcuni cinema in Russia film proiettano come The Batman scaricandoli illegalmente | Cinema

Sono passati due mesi dall’inzio dell’invasione Ucraina da parte della Russia, e altrettanto ormai la Russia è al centro di un embargo che include anche il film hollywoodiano che chiama per il cinema è stata cancellata. Tuttavia, alcune partono hanno iniziato a proiettare anche gli internazionali, utilizzando i file scaricati illegalmente da torrent.

A riportar la news diversity tra cui TorrentFreak e il NY Times, che segnalano come from da metà aprile si confrontano su social como VK e Telegram segnalati nei quali proiettati film Hollywoodiani tra cui il batmanma anche non guardare in alto me Rosso (Quest ultimi sono usciti in streaming sui suoi Netflix e Disney Plus). In particolare, il 21 aprile il centro d’arte contemporanea WIP di Mosca ha organizzato un “evento speciale” definito “una performance artistica con un commento artistico all’addio di Hollywood al mercato russo” al prezzo di 500 rubli (circa 7 dollari ) durante il periodo in cui lo stato è proiettato il batman. La copia piratata, completa di doppiaggio russo, è stata scaricata da internet. All’evento hanno partecipato circa 250 persone. Nei giorni successivi il film è proiettato anche en tre città, tra cui il Grinvich Cinema di Ekaterinburg, dove è tuttora possibile preacquistare biglietti per il film online (nella pagina principale è possibile trovare i biglietti di numerosi altri film, tra cui Freaks Out) . Interpellato da un sito di informazione, il Grinvich Cinema ha recensioni di The Batman in programmazione, ma ha vinto di aver “raggiunto un accordo con delle compagnie per affittare tre schermi”.

Quanto sta accadendo è la situazione di grave crisi in cui l’industria cinematografica del Paese è piombat. L’embargo coinvolge tanti set su cosa sia l’intrattenimento: i principali studi di Hollywood hanno annunciato lo stop alla distribuzione del nuovo film, ed è arrivato lo stop così come i servizi di streaming come Netflix e Spotify. L’Associazione Nazionale degli Esercenti Russi, che rappresenta 700 cinema e 2.600 schermi in tutto il paese, ha improvvisamente lanciato un grido d’allarme spiegandomi che l’embargo causerà il collasso totale dell’intera industrial: “Purtroppo la quantità e la qualità dei Film russo che nasconde il cinema non soddisfa la richiesta del contenuto del film, inoltre l’uscita di alcuni Russi film, per ragioni a noi non chiare, è stata rinviata o completamente cancellato nonostante tali cinema siano stati rinviati state finanziate alche con soldi pubblici” . Se prevede un fatturato calo di oltre l’80%, e la probabile chiusura della maggior parte delle grandi catene tra a causa del fatto che c’è un notevole sostegno pubblico. Ecco quindi spiegato il motivo per cui alcune esce, pur di sopravvivere, pirate copy.

La stessa associazione ha formalmente imprigionato la distanza da tale pratica, sottolineando quanto segue:

La proiezione della copia piratata, o meglio rubate, del film al cinema da parte dell’industria cinematografica russa è nata nell’arena legale e il ritorno al nuovo anno del secolo scorso. Comprendiamo che se si tratta di un caso a causa del panico nel settore provocato dalla risposta inadeguata del governo all’attuale situazione critica del cinema in Russia e all’incapacità dell’industria cinematografica russa, a breve termine, offrirà un film speciale che interessa un vasto pubblico, non l’incredibile supporto all’industria offerto dallo stato. Condanniamo quindi la pratica delle proiezioni illegali nei russi cinema e chiediamo all’intera comunità cinetografica russa di evitare questa pratica.

Ho visto un gruppo eterogeneo di appassionati che pubblicizzava che promuoveva i suoi social in Russia: l’impressione è che io finchè l’ostilità non terminanno e penalità non cadranno pirateria avrà facile strada. Prima delle ostilità, il 70% del mercato in Russia era composto da film prodotti negli Stati Uniti e distribuito da grandi aziende come Disney, Warner Bros e Paramount Pictures. La situazione attuale è quella dell’era sovietica, in cui l’unico modo per guardare e film western era attraverso un duplicato VHS che sarebbe passato attraverso la cortina di ferro. Il primo cinema che produce film western ha aperto e aperto a Mosca nel 1996, e ora l’industria è in forte crescita, anche se la Russia ha recentemente aperto il nono mercato internazionale per reddito.

Add Comment