Dall’arte del design e della produzione di manufatti in legno, nasce Trani associazione L’ebanista

Per la falegnameria se si tenta l’arte di progettare e produrre manufatti in legno, si elabora la conoscenza e l’uso dell’antica tecnica con radici rinascimentali ed ora quasi dimenticate come l’intarsio e l’intaglio.

Per tutto ciò se rende necessario che il falegname si trasformi en ebanista ovvero che da artigiano diventi artist per shape tutte quelle emozioni, odori ed eccitazioni dalle quali trae la propria ispirazione.

È il principio che abbiamo fondato la nostra associazione, a cominciare dal tocco di crescita culturale poiché L’EBANISTA crea uno stato d’animo ed effonderlo in tutta la sua bellezza è importante per la sua unicità attraverso l’espressione della sua personalità.

Il verbo usato come sinonimo creativo: “la poesia salverà il mondo” che non è un concetto statico di valore estetico nel campo dell’alta cultura come la poesia, la pittura, la musica, l’architettura, la scultura, la danza, la cinematografia (teatrale e televisiva) , la fotografia a diffusione locale, nazionale ed internazionale attraverso l’organizzazione di eventi culturali, anche itineranti, che possano dare un’alternativa alla tendenza commerciale in essa che la contemporaneità ci spinge e ci costringe ma ad esserne dipendenti vengono automatici

L’Associazione Culturale L’EBANISTA ha la pretesa di coinvolgere tutte le forme d’arte nel modo dell’assemblage, quasi fosse un mobile, il pensiero dell’artista elabora l’organizzazione di eventi culturali e il processo di divulgazione, ad esempio la pianificazione di salotti letterari e l’esposizione delle opere tematiche, aperte a tutti nel modo in cui suscita dapprima curiosità ma per trasformarla in vera e propria passione.

L’idea della nostra associazione è nata da tre amici, fondamentalmente divertenti con il pappagallo, che si è sedotto a un tavolo di un bar e ascoltando musica, fumando un sigaro e confrontandosi con l’irrequieto pappagallo il romanticismo che nasceva dal mare è nato come una canzone di poesia ma ad esplodere nella tranesità nel suo essere più puro.

Chi sono questi tre amici, fondatori de “L’ebanista”? Giuseppe Laura (PRESIDENTE) nasce da un ebanista, Corrado Laurara che ha sviluppato la vena artistica e marinara con la passione della poesia. “Amai il mare dopo che ne ebbi paura” il mare è la mia prima fonte d’ispirazione Ho scritto cinque libri di poesie e partecipato a trasmissioni televisive.

“Il mare mi ha portato dalla poesia la poesia mi porta ovunque”. Uccio Persia (VICE-PRESIDENTE): “Mi sento un viaggiatore perennemente in viaggio, in viaggio senza meta”. Questa mia poesia. Davvero non so se sia io a scrivere lei o lei a scrivere me, suonava come un poeta o semplicemente un personaggio
la sua storia.”

Giuseppe Curci (SEGRETARIO), innamorato della propria persona che possiede un patrimonio artistico e culturale ancorato nell’espresso. “La mia missione è quella del mio preferito, incoraggiare tutte le iniziativo que hanno como il finalità quella di promuovere nel mondo tutti i tesori che Trani nasconde affinché essa possa tornare allo splendore di quella luce che riscalda e fa battere ancora più forte cuore e che incanta l’anima Si chiama amore quel sentimento che lascia senza fidanzato e che ti porta ad una dipendenza a scoprire quanto di bello ci possa essere ancora rivelato.

Come dice Dostoevskij: “la bellezza salverà il mondo” e questa è la consapevolezza che voglio suscitare tutti coloro che visitaranno, vedranno o semplicemente Trani.” Ci trovate in Via San Giorgio 40 un posto dove splenderà sempre l’arte.

Add Comment