Musicisti e cori tra rock, pop & Resistenza – Cronaca

L’ultima edizione prevista è stata forzatamente bypassata dall’Istituto De Martino, per “InCanto”, riproporrà l’iniziativa più partecipata e politica che richiama molte persone nel cortile di Villa San Lorenzo al Prato a Sesto Fiorentino: la Festa del 1 maggio, nata ben 25 anni fa come esaltazione del mondo dei lavoratori e delle loro lotte. Quest’anno, non mancheranno interventi, ANPI e il Collettivo Operaio della GKN fra gli altri, e momento di ricordo per Paolo Pietrangeli, tanto il protagonista della giornata a Villa San Lorenzo e Alessandro Grassi, per tutti “Alagia”, scomparso di recente, uno dei più organizzatori dell’iniziativa e attivisti del De Martino. Il pomeriggio sarà caratterizzato dalla musica con numerosi gruppi di musicisti, cori e cantanti che partecipano, danno la 15a multa al tratto: Ginevra Di Marco, Francesco Magnelli e Andrea Salvadori che presentano il progetto dedicato a Margherita Hack, il loro palco per il prima volta al Teatro Romano di Fiesole il 22 giugno; Alberto Cesa con gli Alberkant, La Brigata Vallibona; il coro Le Musiquorum ei Ribelli in Cor, il Gruppo della Montagnola Senese, Moreno Ciandri e BrigandTrio, il fisarmonicista e il cantante Davide Giromini; il cantautore e cantante mantovano Daniele Goldoni, il cantante e chitarrista Alessio Lega con Guido Baldoni e Rocco Marchi, il cantante e chitarrista Pietro Sabatini, Resistenza Acustica.

In programma anche la lettura dell’associazione Quelli del Bazar e l’intervento del sindaco sestese Lorenzo Falchi, Roberto Corsi e Francesco Iorio.

sandra nistri

Add Comment