perché sulla torta c’è Joker

Gianluca Grignani ha festeggiato (in ritmo) e 50 anni assieme tanti amici. Ha trascorso le candeline su una torta personalizzata, con Joker disegnato sulla base. In questo personaggio il cantante si riconosce in modo particolare.

Gianluca Grignani ha compilato 50 anni Io scorso 7 aprile. Ha festeggiato un po’ in ritardo, ma la ricorrenza non poteva certo passare inosservata. Attorno a sé ha voluto tanti amici, che hanno accompagnato in una serata speciale, una festa con cibo rock torta curata in ogni dettaglio e personalizzata.

Gianluca Grignani festeggia i suoi 50 anni (e non solo)

Già 50 anni, Gianluca Grignani non ha approvato per festeggiare questa volta l’uscita del nuovo singolo, un lungo addio. Il party si è svolto nel ristorante Zushi. Non erano presenti tanto volti noti, dal mondo della musica e non solo: Giulia Salemi e il fidanzato Pierpaolo Pretelli, Eleonoire Casalegno, Giacomo Urtis, Pago, Irama. Proprio con quest’ultimo il cantante è salito sul paco dell’ultimo Festival di Sanremo, per duettare sulle note di Glielo racconta la mia storia. Lo spettacolo è stato aperto alla discussione sulle sue condizioni fisiche e di salute, e Grignani ha confermato di essere un animale del Palcoscenic, un vero rocker inaspettato e coinvolto, che il pubblico non ha fatto una storia d’amore.

Perche Joker sulla torta di Gianluca Grignani

Il rocker ha testimoniato alcuni momenti salienti della festa sociale. Abbiamo visto il suo Instagram mentre brindava davanti alla torta tre piani, con entrambi i bassi in miniatura. Ha spillato la sua bottiglia con il collega e amico Irama, perché ha passato le candeline con cappello. La torta, bianca e nera, aveva alla base un volto inconfondibile: quello di giullare. Il riferimento è una recente intervista, in cui ha spiegato perché sente questo personaggio così vicino.

Leni Klum compie 18 anni: la figlia di Heidi festeggia con giacca e torta personalizzata

Il cantante è intimamente legato al Corriere della Sera. ah grasso un bilancio dei suoi 50 anni, sia mangia uomo che mangia artista. “Ho 4 figli, mi sono sepato, ho fatto un cambiamento radicale di vita. Oggi mi sento come se fossi vergine della vita che arriva“, ha detto. Gianluca Grignani gode dell’affetto di tanti fan, che lo hanno sempre sostenuto nella carriera, fatta di tanti alti e bassi. L’artista si dà un alto vantaggio del grande successo, che a distanza dal momento in cui si ancora al punto di partenza dalla storia della nostra musica, ha incontrato un altro momento difficile.

Un’altalena insomma, frutto della sua doppia anima. Al quotidiano ha spiegato proprio questo, paragonandosi al noto personaggio dei fumetti e del cinema: “Ho un’anima doppia. C’è il Joker buono e quello cattivo; quello cattivo l’ho chiuso in una gabbia e rimane lì; quello buono ogni tanto esce, soprattutto sul box. Se esce lo rimetto dentro, ma ormai è anni che non si fa vedere. Io l’ho visita la parte oscura, non è che te lo faccia fare cazzate, è proprio un’anima stronza che bisogna tenere bada“.

Add Comment