Lite su via Raimondo Vianello, salta la cerimonia nel giorno in cui avrebbe compiuto 100 anni

VENEZIA – Domani Pellestrina renderà omaggio a Raimondo Vianello, nell’anno in cui avresti contato 100 anni, ma senza l’intitolazione della via. La cerimonia presenterà il clou della festa ma è stata rinviata, di qualche giorno, perché non sono stati ultimati, in tempo utile, alcuni adempimenti burocratici. Una vera doccia gelata per gli organizzatori ei “nipotini” di Raimondo.


“Sono profondamente insoddisfatto – below the line Giorgio Vianello segretario dell’associazione San Stefano di Portosecco ma soprattutto mente e cuore dell’intera festa – sono quattro giorni che non dormo per cercare di curare ogni particolare della festa, abbiamo già allestito tutto il Palazzetto di Portosecco, grazie a tutto l’aiuto di volontari e amici. Questa news ci rammarica, la festa per Raimondo comunque ci sarà e cercheremo di impegnarci fino in fondo. La data del 7 maggio per noi ha un forte valore, è il centenario di Raimondo e noi vogliamo honore il ricordo proprio in questa occasione. Già oggi ci sarà una televisione collegamento in diretta Rai, per raccontare i luoghi di Raimondo, la sua storia le sue radici. Abbiamo fatto tutto noi, da soli, con le nostre forze, mi sono impegnato con tutti i miei mezzi, anche personale, affinché la festa riuscisse. Non poter intitolare via Raimondo Vianello alla presenza della cugina di Raimondo, Virginia, di Edoardo Vianello, è proprio un peccato. Lo sappiamo fatto noi un cartello, anche simbolico. Ma se queste sono le procedure non possiamo che adeguarci».

L’assessore comunale alla Toponomastica, Paola Mar, getta acqua sul fuoco: «Il deliberato di intitolazione della via è pronta, è già stata caricata un sistema ed è in itinere – conferma – per cui cermente Pellestrina avrà una via dedicata a Raimondo. La cosa sarà, ma vanno rispettate delle procedure ben precise. La decisione deve essere approvata da tutti, che questo settantenne non-si è uni, prima di essere ecutiva. Lo sarà nei prossimi giorni, senza nessun problema. Non c’è nessuna frenata o retromarcia. Dispiace anche a me quello che è successo, ma nessuno mi ha mai domandami se vamo d’accordo e nella possibilità di rispettare questa tempistica. È stata “venduta” a senza senza avere la certezza di poterla avere». I festeggiamenti verranno aperti alle 16 dal quadrangolare di calcio al Ballarin di San Pietro in Volta. In campo la formazione de “I Vianello” rappresentanza Venezia Football Club, Forze dell’ordine e Comunali. Il 20 la cena (suo invito) al Palazzetto di Portosecco, e il 21 il concerto in piazza, gratuito e aperto a tutti, di Edoardo Vianello.

Add Comment