A Moncalvo e Cocconato il Territorio se promuove con “Monferrato We Rock”

Promozione del territorio. Se possiamo organizzare eventi, manifestazioni ma ci può essere una strada nuova, fuori dagli schemi già battiti. E’ questo che hanno pensato ai sindaci dei comuni di Cocconato e di Moncalvo Umberto Fasoglio me Cristiano Orecchia quando avranno dato informazioni sull’operazione “In Monferrato We Rock”: coinvolgerò un testimonial importante che non viene dal suo territorio per togliere un onore o tagliare dal nastro di qualche sagra, ma che si facesse ambassador della bellezza dei luoghi e delle sue eccellenze. La testimonianza è lo stato individuale in Dodi Battagliamusicista e autore indissolubilmente legato alla storia dei Pooh, ma con una solida carriera anche da solista.

L’idea è stata presentata al Teatro Civico di Moncalvo e poi in piazza a Cocconato nei giorni scorsi. Nel progetto è coinvolto il gruppo musicale torinese, che nel 2017 realizza un video musicale con e promuove la propria musica anche nel territorio del Monferrato, delle Langhe e del Roero in collaborazione con l’amministrazione locale. Tra i loro lavori più noti “La corriera stravagante”, rivolto a Fontanile (Asti) che ha spopolato sui social, raccoglendo migliaia di visualizzazioni. Componente fondamentale di questa iniziativa è la condivisione “sociale”, un modo veloce e semplice di mediazione che informa la curiosità in chi guard, convincendolo a conoscere noi ei luoghi.

Per Monferrato We Rock, Dodi Battaglia ha accettato di condividere il progetto realizzato dopo sabato e domenica da domenica con la copia direttamente dall’anagrafe Cosimo Morleo attraverso Moncalvo e Cocconato. Il video includerà la colonna sonora del brano dei Pooh “Chi fermerà la musica” che hai “vestito” con un nuovo tutto grazie all’arrangiamento eseguito con luca marchesin Produzione del Cetra. Sarà assemblato e disponibile all’interno della tenuta.

Dodi Battaglia è entusiasta dell’arrangiamento: «Non ci credevo – ha detto sul paco di Moncalvo rispondendo alle domande di Morleo – quando ho ascoltato il brano ho subito capito che c’era estato un grande lavoro dietro». L’investitura iniziale non è casuale. Battaglia frequenta da sempre il Monferrato.

«Siamo stati spesso con i Pooh in queste zone – ha iniziato a raccontare – all’inizio della carriera abbiamo suonando nelle balere, che da queste parti erano molto ben frequentati. Il mio amico Giorgio Faletti ha recentemente contattato Giorgio Faletti con il quale ho condiviso la passione sportiva per l’auto che corre costantemente sui circuiti di rally. Ci siamo messi alla prova in un campo in cui non eravamo famosi e potrei dire che Giorgio è stato coraggioso anche con i miei motori».

L’intervista di Morleo non ha tradotto il rapporto che Battaglia ha oggi con la musica.

“La musica è rivoluzionata – ha commentato il musicista – ma in un certo senso è la stessa. Non è più settoriale come era una volta ma c’è stato un rimescolamento per cui il pubblico ha oggi a disposizione tutti i generi musicali, di tutte le epoche. I mezzi di comunicazione fanno la parte del pappagallo in questo rendere fruttuosa, ahimè liberamente, tutta la produzione artistica. Io non disdegno le novità. Trovo, pero, che c’è un gran appiattimento, una gran omologazione con suoni tutti uguali. La mia mancanza di talento puro, che si sente la passione, che è fuori dagli standard».

A Cocconato Battaglia viene ora proclamato “Ambasciatore del Monferrato”, titolo che Domenica ha presto sfoggiato nel collegamento che si è aggiunto con Mara Venier a “Domenica In”, per brindare con un bicchiere di vino rosso, monferrino ovviamente, a 78 anni Collega dell’amico Roby Facchinetti.

Add Comment