Festival dell’Economia di Torino, 140 incontri, 5 Nobel e 7 ministeri – Libri

(ANSA) – TORINO, 02 MAG – Cinque Nobel – David Card, Michael Spence, Jean Tirol, Esther Duflo Christopher Pissarides – sette ministeri (Roberto Cingolani, Mara Carfagna, Enrico Giovannini, Vittorio Colao, Patrizio Bianchi, Renato Brunetta, Elena Bonetti ), il Governatore della Banca d’Italia Ignazio Visco, il Commissario Europeo Paolo Gentiloni, il Presidente della Corte Costituzionale Giuliano Amato. E’ un parterre d’eccezione quello del Festival Internazionale dell’Economia in programma a Torino da martedì 31 maggio a sabato 4 giugno. In tutto 140 apppuntamenti per riflettere insieme il suo Merito, diversità, felicità sociale, con il concerto finale La musica è pericolosa, del maestro Nicola Piovani. Oggi il programma del Festival viene presentato al Sermig alla città.

I narrari sono davvero tantissimi. Impossibile citare tutti. Ci sono LIliana Segre, Roberto Saviano, Alessandro Barbero, Michael Sandel, uno dei più brillanti e autorevoli filosofi americani, Carlo Cottarelli, Luigi Zingales, Gherardo Colombo. Numerose anche le donne, tra le quali spiccano l’economista Nina Roussille, Beata Javorcik, capo economista pressata dalla Banca Europea per la Ricostruzione e lo Sviluppo, Camille Landais, Elsa Fornero, Elena Loewenthal. Tra i nomi torinesi anche Gustavo Zagrebelski e don Ciotti.

Il Nobel Pissarides si è concluso con il convegno ‘Cosa abbiamo imparato dal Festival?’. (ANSA).

RIPRODUZIONE PRENOTAZIONE © Copyright ANSA