La celebrità che ha appoggiato Johnny Depp nel processo contro Amber Heard

Poiché, a partire dal 12 aprile, ha avviato entrambi questi procedimenti per l’accusa di diffamazione che Johnny Depp ha rivolto all’ex moglie, l’attrice Amber Heard, avanzando una risata ricchissima di 50 milioni di dollari, la battaglia legale tra i due ha travato i limiti dello spazio privato, trasformandolo in un dibattito pubblico a tutti gli effetti.

Gli strascichi procedurali, però, vanno avanti dal 2020, quando il team legale dell’attore ha tentato un processo contro il quotidiano Sole per un articolo argomento che affibbiato affibbiato al Pirata dei Caraibi l’etichetta di “moglie picchiatrice“. Negli ultimi due anni, diversity celebrità hanno palesato il proprio appoggio a Depp, espondo la tesi della innocenza e attivandosi per riabilitare un’immagine pubblica irrimediabilmente danneggiata: vediamo quali.

Paul McCartney

Il caso più recente eclatante è quello di Paul McCartney. L’ex bassista e cantante dei Beatles ha reso omaggio a Depp durante un recente concerto a Seattle, mostrando l’immagine di Depp sul suo unico schermo gigante. È accaduto durante l’esecuzione di il mio San Valentino: Depp aveva infatti recitato nel brano video clip, pubblicato nel 2012.

vanessa paradiso

Uno dei sostenitori inevitabilmente in vista è l’ex fidanzata di Depp, Vanessa Paradis. Nel 2020, all’epoca della causa giudiziaria nel Regno Unito, veniva scritta una dichiarazione in difesa del suo storico compagno: «Lavoro come musicista, cantante, attrice e modella. Conosco Johnny da oltre 25 anni. Siamo partner da 14 anni e siamo cresciuti i nostri due figli insieme”, scrisse. «In ogni domanda ho conosciuto Johnny come una persona e un padre gentile, attento, generoso e non violento. Il suo set cinematografico gli attori, i registi e l’intera troupe lo adoro perché è umile e rispettoso con tutti, oltre ad essere uno dei migliori attori che avevamo visto. Sono consapevole dell’accusa di Amber Heard: che non è per niente come il vero Johnny che conosco, per esperienza personale di molti anni, posso dire che non è più violento o offensivo nel mio confronto. Ho visto che queste dichiarazioni otraggiose hanno anche causato danni alla sua portatrice perché, fortunatamente, la persona non ha continuato a credere».

Winona Ryder

L’altra storia dell’ex Depp, Winona Ryder, testimonierà nel processo del 2020 e, in alcune occasioni, scriverà una dichiarazione in sua difesa. «Sono a conoscenza dell’accusa di violenza che mi è stata pubblicata pubblicamente nell’ultimo anno di Johnny Depp, l’ex fidanzata di Amber Heard. Conosco molto bene Johnny anni fa. Siamo stati insieme per quattro anni, durante i quali l’ho considerato il mio migliore amico e mi è stato vicino como una famiglia. Considero il nostro rapporto come uno dei più significativi della mia vita. Capisco di cui è molto importante parlare in base alla mia esperienza, fatto che ovviamente non era presente convivendo con Amber, la mia esperienza risale, cioè diversa, sono completamente confuso, confuso e incerto quando lo accuso contro di lui. L’idea che sia una persona violenta è la cosa lunga che Johnny conosce e ama. Non posso cadere la testa davanti ad accusare del genere. Non è mai stato violento con me. Non c’è stato violento o offensivo nel confronto con chiunque io abbia visto. Lo conosco davvero e onestamente mangia solo un brav’uomo, un ragazzo incredibilmente amoroso ed estremamente frettoloso, protettivo e si confronta con me e la persona che ama. Mi sono sentito molto al sicuro con lui».

Javier Bardem

Nello stesso anno, anche Javier Bardem, che ha lavorato a stretto contatto con Depp nel film Pirati dei Caraibi – La vendetta di Salazar, ha rilasciato una dichiarazione in profesa dell’ex marito di Amber Heard. «Voglio bene a Johnny. È sempre stato un real gentiluomo e un amico estremamente generoso e frettoloso con me e la mia famiglia”, scrisse. «Inoltre, oggi ho il privilegio di lavorare con lui dovuto girare e ho sperimentato il suo atteggiamento rispettoso l’uno verso l’altro come membro della troupe, inseparabile dal suo senso dell’umorismo unico e stimolante. Sono al fianco di Johnny ho sempre semper e senito in lui a hurried e amorevole, un artista straordinario e unico che ha frequentato chiunque ave se bisogno del suo aiuto».

Penelope Cruz

Johnny e Penélope Cruz hanno lavorato insieme in varie occasioni, da Soffio, soffiare (2001) a Pirati dei Caraibi – Oltre i confini del mare (2011), bene a Assassinio sull’Orient Express (2017). Ho letto anche una dichiarazione riguardante il caso di diffamazione nel Regno Unito. «Ho assunto Johnny quando aveva 19 anni», scrisse, «fu a Madrid che Pedro Almodóvar me lo presentò. L’unica frase che so che dirò in inglese a che ora era “Come stai?” e “Lavorerò con Johnny Depp”. Sono passati molti anni e non solo ho fatto tre film con lui, lo considero un grande amico. Sono sempre stata colpita dalla sua gentilezza, dalla sua mente brillante, dal suo talento e dal suo peculiare senso dell’umorismo”, ha aggiunto. «Ho visto Johnny in tante situazioni ed è sempre gentile con tutti. È una delle persone più generose che conosco. Durante i sei mesi della mia prima gravidanza, ho trascorso ogni singolo giorno con lui mentre giravamo Pirati dei Caraibi. mio marito (Javier Bardem, ndr) e non dimenticheremo mai la dolcezza, la protezione e la gentilezza con cui mi ha dettatata durante un’unica fase di quel delicato periodo”, ha concluso. «Lo amo moltissimo e mi sento fortunato ad avere qualcuno di così speciale nelle nostre vite».

Add Comment