Campiello Junior, Antonella Sbuelz vince la prima edizione – Libro – Ragazzi

(ANSA) – ROMA, 06 MAG – Antonella Sbuelz è la vincitrice della prima edizione del Premio Campiello Junior. Lo scrittore ha assegnato il premio con il libro “Questa notte non-torno” (Feltrinelli), che ha ottenuto 62 voti su 146 invitati dalla Giuria Popolare. L’annuncio sarà dato il prossimo 6 marzo nel corso di un evento che si terrà presso l’H-Farm Campus, a Roncade (Tv), in Veneto. Il vincitore sarà celebrato a settembre durante la premiazione Campiello 2022.
La nuova conoscenza delle lettere nasce dalla collaborazione tra Fondazione Campiello e Pirelli per l’opera italiana di narrativa e poesia scritta per il 10° e 14° anno. La Giuria Popolare è composta da ragazzi dell’ultimo anno delle scuole primarie e del triennio delle scuole secondarie di primogrado. Al secondo posto se Chiara Carminati si è classificata con il libro “Un pinguino a Trieste” (Bompiani) con 61 voti, al terzo Quarzo – Vivarelli con il libro “La scatola dei sogni” (Editorial Scienza) con 23 voti. Il finale, condotta da Federico Russo, conduttore radiofonico e televisivo, si apre con un intervento di Virginia Stagni, la più giovane business development manager nel 130esimo anniversario della vicenda del quotidiano inglese Financial Times. Sono poi intervinuti Enrico Carraro, presidente della Fondazione Il Campiello e di Confindustria Veneto, Mariacristina Gribaudi, presidente del Comitato di Gestione del Premio Campiello, Antonio Calabrò, direttore della Fondazione Pirelli e Riccardo Donadon, Fondatore, Presidente H-FARM.
La Giuria del Premio Campiello Junior, presieduta dallo scrittore Roberto Piumini, è composta da Chiara Lagani, Martino Negri, Michela Possamai, David Tolin. “Il Campiello è uno dei principali premiati del nostro Paese e fa parte del patrimonio culturale italiano. Con Il Campiello Junior facciamo parte della Fondazione Pirelli, siamo disposti ad andare avanti, dando spazio al talento degli scrittori che dedicano tutta la narrazione e tutta la poesia per ragazzi, contribuendo alla crescita della cultura e degli stimoli alla creatività.” Nel mio primo anno da presidente del Comitato di Management del Premio Campiello abbiamo inaugurato un nuovo bellissimo progetto insieme alla Fondazione Pirelli, quello del Campiello Junior: un ritrovato stampato e cultura, attraverso vecchie e nuove generazioni, attraverso i nostri valori fondamentali e la creatività”, ha sottolineato il presidente Gribaudi. E il direttore della Fondazione Pirelli Calabrò ha affermato: “Le parole, si sa, sono un gioco serio, e con i bambini ei ragazzi bisogna impegnarsi con generosità perché imparino presto, il più presto possibile, la bellezza feconda del leggere e dunque i immaginare, scoprire, progettare. Questa è la risposta in cui sono nato, spero che cresca, il Premio Campiello Junior”. (ANSA).

RIPRODUZIONE PRENOTAZIONE © Copyright ANSA