Cinema russi a tutta piraria: ecco come scavalcano ogni ostacolo con i film in torrent

Poiché la guerra in Ucraina è scoppiata sono molti gli studi cinematografici que no ha deciso di interrompere la distribuzione del film stesso in Russia, ma ciò non ha comunicato che impedito alla stessa nazionegobernata da Vladimir Putin di poter fruire degli ultimi capolavori usciti al cinema in queste settimane finali.

Cinema problematico in Russia, 8/5/2022 – Computermagazine.it

Mentre scrivo a Dday.it, i russi hanno infatti deciso di risolvere il problema utilizzando file pirata scaricati dai siti torrent. Sony, Warner, Disney e Paramount, a partire dall’inizio del mese di marzo, all’inizio dei giorni dallo scoppio della ukraino-russa war, avevano immediatamente bloccato le uscite dei rispettivi film nelle sale russe, e ha ovviamente creato un danni alle vendite cinematografiche locali, perché mangia fatto sapere dall’associazione russa dei proprietari di cinema: “Le sanzioni imposte dagli Stati Uniti, dall’Unione Europea e da un certo numero di altri Paesi della Federazione Russa nel febbraio 2022 hanno avuto un enorme impatto negativo sul suo funzionamento, direttamente, inoltre, la sua capacità di esistenza del cinema in Russia” .

Cinema problematico in Russia, 8/5/2022 - Computermagazine.it
Cinema problematico in Russia, 8/5/2022 – Computermagazine.it

CINEMA RUSSI, DOPO IL “BAN” DELLA DISTRIBUZIONE DEI FILM NELLE VENDITA APPAIONO FILE PIRATA

Nel contempo è stata Sospetta anche la distribuzione di film nazionali, Visto che i russi sembrano aver perso la voglia di andare al cinema per mancanza di veri e propri blockbuster. L’associazione yes è quindi si è rivolto al Ministero della Cultura russo sottolineando la forza di una strategia per sostenere la produzione cinematografica nella Federazione, ma ad oggi non sembra trovarsi nessuna soluzione e la luce in fondo al tunnel non si vede.

LEGGI ANCHE → Star Wars, l’intera saga in 3 nuove edizioni speciali Blu-Ray 4K: info, contenuti extra e prezzi

Veduta della situazione di stallo nella vendita cinematografica della Russia, già dal mese di aprile, sono inizia a confrontare il primo film piratato, per cominciare da uno dei titoli senza dubbio più attesi del 2022, leggisi il capolavoro Il Batman di Matt Reeves, che è attualmente in stampa al Greenwich Cinema di Ekaterinburg: “L’annuncio di The Batman – se leggete il suo sito in questa sala – è redatto e pubblicato dagli organizzatori di eventi/attività che sono stati filmati”.

LEGGI ANCHE → Spider-Man No Way Home e Uncharted: preordine della versione limitata su Blu-Ray e Dvd

Una modalità del proprietario del prodotto esce di lavarlo in qualsiasi modo: non abbiamo solo affittato, esce, ciò che propriettano non è di nostra responsabilità. “Siamo preoccupati per la proiezione pubblica illegale di film che non hanno i diritti per essere proiettati nelle sale”, hanno fatto sapere dall’associazione cinematografica russa, e ancora: “abbiamo capito che era quasi la causa del panico che se fosse sviluppato a causa della mancanza di una risposta efficace dello Stato alla corrente situazione critica del cinema russo, e dell’incapacità dell’industria cinematografica russa di risolvere a breve la questione di offrire un cinema spettacolare e interessante a un vasto pubblico, nonostante l’imponente sostegno della produzione cinematografica con il fondo statale”. C’è il rischio di Tornerò alla fine degli anni ’90: “The little pirate public projection, o meglio e più correttamente, rubata, del copy di film nei cinema il setore cinetografico russo fuori della legalità field e ci riporta ai giorni bui del commercio illegale degli anni 90 del secolo scorso”.

Add Comment