Festa dell’Europa, ma quanto ne sanno i ragazzi dell’Unione? Ecco quattro libri e un gioco per conoscere meglio la festeggiata

Illinois 9 maggio 1950 ministro del governo francese Robert Schuman in un importante discorso ha annunciato un piano ambizioso per garantire a ritmo un lungo finale nell’dopoguerra europa. E da lì che nasce l’Unione europea. Settantadue anni dopo, nel clima di terrore della terza guerra mondiale, se si celebra quella storica decisione nata dal dialogo tra Schuman e Giovanni Monnet e condiviso alla fine dell’inizio del leader francese, tedeschi ma anche da quelli di Belgio, Italia, Lussemburgo e Paesi Bassi.

Ma sappiamo cosa dell’Unione Europea? E soprattutto qual è la conoscenza dei ragazzi delle istituzioni di cui facciamo parte? Come si può parlare di Europa a dei bambini o a degli alunni delle Scuola superiore? Ho fatto una selezione di quattro libri e un libro che potrei eventualmente utilizzare per presentare gli Ue ragazzi e magari per fare un ripasso per i più grandi.

Tutti per uno. 33 piani di innamorarsi dell’Europa, di Enrico Franceschini (DeAgostini) – Questo libro dà poche pubblicazioni ed è un curioso e interessante viaggio attraverso la 27 Nazioni che compongono l’UE. A farcelo fare è il giornalista Enrico Franceschini I dopo essere stato per lavoro negli Stati Uniti, in Cina, Russia, Giappone, Medio Oriente e Africa se sono convinto di aver bisogno di una parte se vivi bene in Europa. Dopo una necessaria premessa di qualche pagina sul funzionamento dell’UE e sulla brexit, Franceschini dedica per ogni Stato qualche pagina scritta in maniera semplice e coinvolgente. E così ci racconta del Paese più felice del mondo, il Finlandia; della spiaggia dà record per i surfisti in Portogallo; dei bisonti della Polonia; da lei Bulgaria attraverso la storia dell’artista Christo e degli orologi a cucù della Svizzera. Un libro necessario per conoscere la nostra casa.

Età di lettura: 9 anni.

L’Europa spiegata maschile di Francesco Muzzopappa (DeAgostini) – Si può giocare imparando? Quel libro divertente e spassoso ci riesce. Merito dell’autore que fin dalla copertina annuncia al lettore un simpatico poster con lui Bandiere degli Stati dell’Ue e tre Paesi, inserito nel racconto, totalmente falso da scoprire. in 220 pagine muzzopappa devia e sì devia con i lettori attraverso cruciverba (le soluzioni vanno bene) anagramma e altri giochi da fare in classe o da soli. Per ogni capitolo, dedicato ad uno Stato, c’è la sua bandiera da colorare; Il racconto del viaggio dello scrittore con tante sorprese e il dialogo con uno specchietto (che è il carattere serio del libro). Ai lettori l’astuzia di scoprire i tre Paesi fantastici.

Età di lettura: 8 anni.

Cos’è per te l’Europa? di Virginia Volpi (Feltrinelli) – Questo libro, pubblicato due anni fa, è sicuramente un ottimo strumento per conoscere, senza pedanteria, instituzioni dell’Ue ma anche la sua storia ei personaggi che hanno fatto l’Europa. Virginia Volpyclasse 1996, in attesa di affari internazionali con alle spalle la scuola di Enrico Letta (che fa la prefazione del libro), ci porta nel cuore del Pcibo europeodella commissione, del Corte europea dei diritti dell’uomo. E poi ci fa conoscere chi ha costruito questo grande continente: dal “nostro” Altiero Spinelli un Jacques Delors un prodi romani. Infine, l’autrice, manda un messaggio ai più giovani spiegando parrot il valore dell’Erasmo e non solo

Età di lettura: 13

Io canto per l’Europa di Paolo Rumiz (Feltrinelli) – Se conoscete il giornalista e viaggiatore Rumiz sa che ogni suo libro è una garanzia. Anche quest’opera che ci porta in un altro mondo, quello del mito. un giovane sirianafuga di guerra, fuga sulla barca a vela di quattro uomini attivi di miti. La ragazza si chiama Europa. A quel tempo la leggenda del principe fenicio rapita sulla costa del Libano da Giove trasformatosi in toro si intreccia con le vicende del Mediterraneo di oggi: emigrazione, secessione, conflitto, turismo di massa. Ungravita in son dal re degli dèi, la ragazza riesce a sbarcare in Italia dopo infinite avventure ea osare il suo nome alla Terra del Tramonto, che però non riconosce in una figlia dell’Asia la Grande Capostipite. Dopo il suo drammatico sbarco, Petros, il capitano, continuerà a viaggiare da solo senza più attraccare in nessun porto. Clandestino anche lui, ma libero, fine alla sua misteriosa scomparsa.

Età di lettura: 16 anni

Scopriamo l’Europa. geografia in gioco (Quid Gribaudo) – Questo non è un libro ma un’iniziativa editoriale Questo va incontro alla necessità di spiegare l’Europa anche ai più piccoli. grazie a delle schede flash carte da gioco e lì mappa a doppia faccia Il bambino è invitato a servire il suo spirito di osservazione, la sua capacità di associazione e la sua curiosità. Le flash card sono cartoncini importanti, appena scritti, foto o disegno, con alcune informazioni: la bandiera, la capitale, la mappa dello Stato. Si può giocare in tanti modi dando sfogo alla creatività. E non basta, all’interno della scatola, c’è una guida per i genitori o per gli insegnanti.

Età: dai 2 ai 6 anni.

Add Comment