la Rai silura Bianca Berlinguer

La tv di Stato sembrerebbe presto a dirsi definitivamente inserita nel programma di Rai 3: l’autista ha ricevuto l’appoggio della politica italiana

Fonte: Ufficio Stampa Rai

Cartabianca È l’unico talk show targato Rai ad sarà in onda in prima serata e, complici gli avvenimenti storici dell’ultimo periodo, continua ad ottenere risultati in termini di ascolti, aumentando sempre il numero di spettatori. Tuttavia, il programma rischia di non tornare in tv la prossima estagione: la conduttrice, Bianca Berlinguerè infatti al centro di una controversiavede la politica schierata a suo favore e controlla la tv di Stato.

Una “linea editoriale non gradita”

Semina, infatti, che la Rai è vicina alla decisione di chiudere decisamente Cartabiancache dovuto si trasformerà nel palinsesto di Rai 3 a settembre 2022 per una nuova tappa. La motivazione è legata alla “linea editoriale non gradita”, come ha spiegato a Pagina dei fan un insider alla Rai. To scatenare le polemiche è stata la linea adottata da Berlinguer dallo scoppio della La guerra in Russia e Ucraina e, soprattutto, dagli ospiti che la conduttrice accoglie in studio per parlarne. Cugino tra tutti Alessandro Orsiniallontanato da tutti gli altri talk show della tv italiana per via delle sue posizioni apertamente filoputinianoche nelle ultime settimane è diventato ospite fisso di Cartabianca.

Ma non solo. A preoccupare soprattutto i vertici Rai, e l’amministratore delegato Carlo Fuorteè la presunta inadeguatezza del format del programma in cui, ha sottolineato lo stesso AD, “giornalisti, come intellettuali sono chiamati a improvvisare su qualsiasi tema”. benvenuto E sulle loro posizioni a favore di Vladimir Putin, come ad esempio la giornalista russa Nadana Fridrikhson: un tema suo cui Palazzo Chigi è intervenuto direttamente in un colloquio lo stesso Fuortes, in cui quest’ultimo sarebbe stato richiamato. Non è così, ma la Rai non ha confermato che avessi dato un ultimatum a Bianca Berlinguer, sebbene alla giornalista fosse già stato scopo di condurre altre trasmissioni in altre fasce orarie. Un’offerta che Berlinguer avrebbe rifiutato subito.

Fonti e Rai, pur non essendosi espressi in modo diretto sulla vicenda, mi hanno invitato a seguire “il nuovo corso della Rai”, provenienti dal Corriere della Sera. E ho portato un esempio: dilemmail nuovo programma condotto dallo scrittore ed ex magistrato Gianrico Carofiglio, che in ogni puntata affronta un tema divisivo, ma con regole ben precision e soli due ospiti. Una linea, che è la nuova trasmissione, che è la seconda più seguita è seguita da tutti i talk show italiani. Nonostante non sia ben chiaro il destino di Cartabianca, non quello del suo autista, alcuni font supportano che il programma continuerà ad andare in onda, ma con un cambio al timone: Berlinguer dovrebbe lasciare il posto a Giorgio Zanchini.

L’appoggio della politica a Bianca Berlinguer

In questo caso, Bianca Berlinguer ha ricevuto il sostegno dell’appoggio e la solidarietà di molti politici, esponenti di quasi tutti i partiti: da Matteo Salvini un Pierferdinando Casinipassando per Daniela SantancheAccuso la Rai di censura. A questi ultimi, e non solo, è però balzato all’occhio il silenzio di un particolare schieramento politico: i democratico.


Potrebbe anche essere interessante

Add Comment