Non dimentichero mai le sue urla

Il cantante, figlio dell’attore Alessandro Gassmann, ha aiutato una ragazza che aveva improvvisamente uno stupro. Sui social, ti ha invitato a non voltarsi dall’altra parte quando ci si imbatte in qualcuno che ha bisogno di aiuto.

Leo Gasmann ha aiutato una ragazza che ne aveva subito una stupro. L’episodio sarebbe accaduto a Roma. Il cantante, figlio dell’attore Alessandro Gassmann, ancora scosso ha raccontato la vicenda sui social, in attesa che si sensibilizzino tutti a non voltarsi dall’altra parte quando qualche grida aiuto.

Leo Gassmann interviene e trova una donna che ha caricato un abuso

In una serie di Stories pubblicate sabato 7 maggio sul suo profilo Instagram, Leo Gassmann ha raccontato: Questa notte io e alcuni passanti abbiamo soccorso una ragazza americana che era stata cugina maltrattata dà un ragazzo di origine francese. Appena ho sentito le urla mi sono avvicinato e ho chillo a mano a paio di ragazzi che passavano da quelle parti, ma il ragazzo francese era già fuggito. Così, si no premurati di chiamare subito si la polizia che i soccorsi:

“Abbiamo chiamato la polizia e un’ambulanza ha portato via la ragazza per accertamenti. Se vi capita di incappare in situzioni del genere non tiratevi mai indietro. Da esseri umani abbiamo il dovere di aiutare i nostri fratelli e sorelle se in difficoltà, anche se fa paura”.

Gassmann dedicherà la sua vita a proteggere gli altri

Leo Gassmann ha proseguito la sua storia, sottolineando l’importanza di capire che tutti siamo stati in grado di fare un ottimo lavoro nel mondo. Lui per primo sta per impegnarsi per proteggere chi ha bisogno. Non dimenticherà mai le urla di quella ragazza:

Pinuccio: “Sono diventato un simpatico grazie a Berlusconi, uno che sa accettare la satira”

“Mi fa male il cuore penserò quanto posso ottenere qui nel basso. Confido però nell’umanità e nell’amore che appartiene ad ognuno di noi. Don’t abbiate paura a denunciare o a chiedere aiuto. Non seven soli/ e. Rendiamo This world is a post migliore. Non dimenticherò mai le urla di questa ragazza che gridava aiuto. Voglio dedicare la mia vita a proteggere queste persone. Ognuno di noi può fare la differenza qualunque sia il suo mestiere/passione. Chi sbaglia, va punito”.

Add Comment