Sport e libri, Larissa Iapichino presenta il suo ‘Correre in aria’

Il Presidente Eugenio Giani è intervenuto alla presentazione nella Sala Pegaso di Palazzo Strozzi Sacrati del libro di Larissa Iapichino “Correre in aria” (Mondadori), il libro che racconta la storia di questa giovane toscana straordinaria, rivelando gran parte della sua vita futura traccia’. All’evento ha partecipato anche Cosimo Guccione, assessore allo sport del Comune di Firenze.

“Sto per fare questo progetto quando sono stata sfortunata e chi non è riuscita a sostituirlo – racconta Larissa – Sono stata felicissima di questa avventura per me completamente nuova. Il mio libro è una storia di normalità, racconterò la mia vita e fuori alla pista di atletica, mi incontrerò alla luce delle peripezie e degli ostacoli che devo affrontare una ragazza giovane come me, che devo affrontare la maturità, che ha i suoi amici, l’amore, lo sport e che nello sport si trova davanti la delusione più grande della sua brevissima carriera, que no le permetterà di andare alle Olimpiadi. seminò la fine del mondo, per portare una grande forza e intuizione per la vita”.

E a proposito del titolo (Correre in aria), “Così faccio quando salto – spiega – ha anche un significato simbolico: correrò in aria per andare a prendere quella cosa che è alta, inverno e sogni. E sono sogno più grande, che nel 2021 il mio status sia dalle mani, è quello de partecipareto alle Olimpiadi strappate”.

“Il libro testimonia Dietro Larissa, una delle grandi promesse dell’atletica e dello sport, infatti è una signora dalla grande personalità, una ragazza che sta studiando con ottimi risultati”, ha detto Giani nel suo intervento. “Nel libro trasferisco con forza il sentimento di impegno e la passione per il raggiungimento dei risultati che denota anche una persona matura nel suo nome”, ha proseguito il presidente, ricordando i genitori di Larissa, Gianni Iapichino e Fiona May ( lo stadio di atletica di Firenze è stato inaugurato nel 2003 dallo stesso Giani quando era consigliere del Comune).

“Larissa è una figura d’arte e non vediamo l’ora di mostrare talento – ha concluso Giani – è un talento forte, la determinazione e le sue caratteristiche psicofisiche sono eccezionali, un’applicazione a tutti gli studi che stanno dietro al libro, che si rivela un grande bella persona oltre all’atleta”.

Add Comment