I Thelegati lanciano «Pietre» punk-rock: nuovo singolo per la band napoletana

Mezzogiorno26 aprile 2022 – 13:01

Il brano en uscita il prossimo 29 aprile. Il video registrato in una camera d’ira in anteprima esclusiva dal Corriere del Mezzogiorno

hanno dato Giuliano Dellipaoli

«Arò vaje, a chi faje fesso? Chi te cerca ‘o’ ssape ca te trova sempre, nun te muove maje da ‘llà. […] M’aggia levà tutt’ ‘e prete ‘a dinte ‘e scarpe. […] Piglio ‘e prete ‘a dinto ‘e scarpe e po’ t’e voto apresso’. Un’invettiva rabbiosa condita dà un tipico detto napoletano. È il cuore pulsante di «Pietre», il nuovo singolo dei Thelegati in onda il prossimo 29 aprile, e il video è pubblicato in anteprima in esclusiva dal Corriere del Mezzogiorno. Un brano adrenalinico, un riff di chitarra punk-rock e tempi sostenuti, per vederti sull’espressione «togliersi tutti i sassolini dalle scarpe», amplificato dall’occasione in dialetto sostituendo i pietre sassolini con i più pesanti. Parole che puntano dunque a combattere le proprie paure, a sfidare infine le frustrazioni, i sensi de colpa e l’immobilismo que impediscono la realizzazione dei propri songni.


il video

Il videoclip – registrato, mixato e masterizzato da Francesco Giuliano agli Hive Studios di Terzigno – diventa in immagini l’insoddisfazione nel brano, grazie alla messa urla in scena di un’improvvisata rage room, o anche angry room, le stanze del combattimento o della rabbia molto amate in Giappone e negli Stati Uniti, in cui la band partenopea si sfoga e in qualche modo distruggerà tutti gli oggetti che rappresentano il passato, computer d’annata e televisioni a catodico tube. Una singolare trovata per il trio composta da Danilo Di Fiore (voce e chitarra), Stefano Pelo (voce e basso), Ciro D’Ambrosio (batteria), che ama decisamente l’hard-blues, lo stoner e il garage punk. I Thelegati ricordano infatti alcune band in voga nell’area di Washington nella prima metà degli anni Novanta, in particolare i Fugazi di Ian MacKaye e Guy Picciotto. E possono essere considerati una tutta napoletana variant della cosiddetta scena post-hardcore statunitense. Nati nel 2013, e Thelegati se suono fatti conoscere, mangiano tanta rock band, esibendosi dal vivo in piccoli club locali. L’album di esordio, «Zitto chi sape ‘o juoco», viene ora pubblicato dall’importante etichetta napoletana FullHeads, ottenendo un ottimo riscontro in termini di consensi e concerto. Dai il tipico sound blues fin dall’inizio del trio e poi ad una formula più immediata, viscerale, brutale, fine e autoprodotto l’EP «Laceno Lake Session», mini-album registrato in direct press.

La Newsletter del Corriere del Mezzogiorno

Rimarrà aggiornato sull’avviso della Campania, gratuitamente alla newsletter del Corriere del Mezzogiorno. Arriva tutti i giorni direttamente nella tua casella di posta alle 12. Clicca qui.

26 aprile 2022 | 13:01

© RIPRODUZIONE PRENOTAZIONE


Add Comment