Benvenuto.

Il pittore e scultore Mimmo Paladino ha scelto Monte Sant’Angelo (Foggia), città con il suo sito UNESCO, come set cinematografico per il suo debutto sulla grande scena. Il film si intitola ‘Inferno, tra Dante e il presepe Napoletano’, ed è un prodotto di Run film e Nuovo Teatro, con Rai Cinema e il contributo della Regione Campania e del Ministero dei Beni Culturali. Palladino girara’ tra Monte Sant’Angelo e Mattinata in Puglia, e Benevento e Napoli in Campania. Tra la località pugliesi ci sono i sito Unesco di Monta Sant’Angelo, oltre il santuario di San Michele Arcangelo e la Foresta Umbra, e l’abbazia di Santa Maria a Pulsano (Taranto). Nel cast c’erano anche Toni Servillo, Nino d’Angelo, Alessandro Haber, Giovanni Esposito e Sergio Rubini che in questi giorni sono impegnati con le riprese nel Gargano. Monte Sant’Angelo, con il supporto di Apulia Film Commission, negli ultimi anni e’ estata scelta da importanti produzioni tra cui ‘Non c’e’ piu’ religione’ regia di Luca Miniero, con Claudio Bisio, Alessandro Gassman, Angela Finocchiaro (2016); ‘The classic horror story’ diretto da Roberto De Feo e Paolo Strippoli per Netflix; la fiction ‘La sposa’ di Rai1 con Serena Rossi; e il ‘Padre Pio’ di Abel Ferrara.