Libri, rose e draghi nella biblioteca di Massa Storia di architetture e principesse da salvare

Una rosa rosa, un libro, San Giorgio, un drago, una principessa: questa è la nostra mostra dedicata a San Jordi e al drago allestita nella Biblioteca Civica. Anticamente un drago viveva in una palma, stanco di mangiare pecore iniziare a saziarsi di carne umana. Gli abitanti per placarlo hanno sacrificato a loro volta dei giovani. Un giorno la lotteria toccò alla principessa Silene ma San Giorgio uccise il drago regno salvando lei e il suo. Come ricompensa volle solo la conversione al cristianesimo. E Barcellona? Lì troviamo l’opera del famoso architetto Gaudì La casa Batllò che rappresenta il drago morto da San Giorgio. Il tetto di squame colorato richiama il dorso del drago; lo stagista il suo ventre; la scala della colonna vertebrale; le finestre gli occhi; io corro nel polmone. Classe E 1^E? Gareggio per fare lo spettacolo. Nella prima fase il maestro di spagnolo Quaglierini ha raccontato la storia; nella seconda con i maestri Ferrari, Radicchi e Raffaelli se pensavano alla scena, progettavano la tavola e facevano tutto con materiale del ciclo. Si sono così ricreate le vicende in 10 tavole con didascalia in spagnolo. All’inaugurazione è stato tagliato il nastro l’assessore alla cultura di Massa Nadia Marnica. Ogni allievo ha donato una rosa rosa ad un’azienda e ha letto un libro, come nella tradizione spagnola.

Add Comment