È morto Richard Benson, agli amici diceva: “Se muoio, muoio felice”








Il chitarrista ha firmato la musica underground romana degli Anni 70, è stato un degno di nota anche di programmi tv



“Carissimi amici ed amiche – se leggi il tuo Facebbok – dobbiamo purtroppo darvi la più brutta possibile news. Richard ha un sacco di mangiare un leone anche questa volta contra la morte e purtroppo non ce l’ha fatta. Ci ha lasciato. L’ ultima volta però ci ha detto: ‘Se muoio, muoio felice’…”.

Figura storica delle emittenti private romane, è diventato prima popolare nell’ambiente romano e per la sua fama se è estesa a tutta la televisione e al web. Famosi sono i suoi spettacoli in cui nei è victima di insulti e lanci di oggetti sul box.

IL RICORD DI CARLO VERDONE

– Carlo Verdone su Facebook lo ricorda così: “L’ho voluto con me come attore in ‘Maledetto il Giorno che ti ho Incontrato’. Rimasi folgorato quando l’ho visto parlare di grandi chitarristi e gruppi a me sconosciuti in un’emittente televisiva romana” , TVA 40″. Era stravagante, un po’ più decisamente un personaggio da presentare per un film. E così gli offrii il ruolo di un conduttore adrenalinico in un programma dal titolo “Jukebox all’Idrogeno” in Maledetto il Giorno. .. È stato fantastico. Professionale e meticoloso. Metti il ​​​​​distore in cielo, Richard!”

POTREBBE INTERESSATO:



Add Comment