Il vincitore del Premio Pulitzer Joshua Cohen vince per Narrative – Libri

(ANSA) – ROMA, MAG 10 – Lo scrittore americano Joshua Cohen ha vinto il Premio Pulitzer per la narrativa con il romanzo “The Netanyahus” in uscita in Italia il 7 settembre 2022 dal Codice Edizioni con il titolo “I Netanyahu Dove if narra un episodio minore e in fin dei conti trascurabile nella storia di una famiglia illustre”. La traduzione sarà curata dalla scrittrice Claudia Durastanti che si è rivolta alla precedente edizione del libro italiano dell’autore e in anticipo la casa editrice mostra l’immagine della Copertina. A partire dal 2018, l’editore torinese Codice Edizioni ha pubblicato in Italia l’operazione di Cohen per avviare la storia d’amore Un’altra occupazione (2018) a cui segue il bestseller ‘Il libro dei numeri’ (2019) e recentemente la raccolta di racconti ‘ Quattro nuovi messaggi’ (2021).
“Siamo ancora innamorati della scrittura di Giosuè alla fine della prima lettura e porteremo con forza il lettore italiano che lavora, anche se sembra che sia completo del monumentale Libro dei numeri, che ha conquistato con successo il lettore con il suo stile originale e unico” spiegano Vittorio e Marco Bo, editori di Codice Edizioni. «Quando abbiamo avuto l’opportunità di ospitarlo in Italia nel tour del libro del 2018 e 2019 – continua Vittorio Bo – abbiamo ora confermato la sua argomentazione, il suo spirito critico, la sua ironia pungente e la sua più banale.
Credo che questo premio sia il giusto riconoscimento per un artista davvero grande”.
Andammo al Corbin College, nello Stato di New York, nell’inverno del 1959. Ruben Blum, professore di storia, venne incaricato di ospitare e accompagnare per un fine settimana uno studioso israeliano che l’università stima di assumere: Benzion Netanyahu, padre di Benjamin, che alcuni decenni dopo il divertimento del primo ministro d’Israele. Liberamente ispirato a una storia vera del famoso critico Harold Bloom, I Netanyahu è la più recente dimostrazione del genio letterario di Joshua Cohen: romanzo universitario, commedia dissacrante, lezione di storia, conferenza accademica, polemica sul sionismo, fucili sul conflitto culturale e religioso degli ebrei americani e suslla vulnerabilità dei discorsi identitari.
Primo della prestigiosa ricchezza, assegnata il 9 maggio, I Netanyahu è stato firmato dal ‘New York Times’ e dal ‘Wall Street Journal’ nel libro del 2021. (ANSA).

RIPRODUZIONE PRENOTAZIONE © Copyright ANSA