“In due sarà più facile restare svegli”, sarà presentato il romanzo d’esordio di Giorgia Surina alla Mondadori del Vomero

LIBRI – “In due sarà più facile restare svegli”, sarà presentato il romanzo d’esordio di Giorgia Surina alla Mondadori del Vomero

Giorgia Surina, attrice e conduttrice televisiva, notata e amata dal ritorno di Mtv, lunedì 23 maggio alle 18 sarà ospitata dalla libreria Mondadori del Vomero per la presentazione di In due sarà più facile restare svegli (Giunti), il suo romanzo d’esordio. Nel libro riflette sulla maternity across the vicende di due amiche alle soglie dei quarant’anni, deluse dall’amore, che scelgono di sottoporsi entra nella pratica della procreazione medicalmente assistita per avere un figlio, una procedura che in Italia per i single non è ancora legale.

Con una penna delicata e attenta, Giorgia Surina dà vita a una toccante storia d’amore, che razionalizza la sua paura ed è estremamente attuale come maternità e identità familiare. Un mistero che accederà alla luce della sua pratica – la PMA – che è ancorata a un tabù nella nostra società e che è più diffusa di quanto si pensi e la cui strada è lastricata di gioie, Dolori ed emozioni tutte da raccontare.

“Sento il bisogno di cardare il cliché e alzare la prospettiva. Non potevo più aspettare quell’opportunità che non voleva arrivare. Non avevo più tempo. Non più tempo. È stato perché ho deciso, quasi senza rendermene conto, ma assecondando un istintivo spinto che sapevo non si sarebbe placata, che la saremmo creata da sole un’opportunità. Che la vita non ce l’aveva fatta incontrare sul nostro, ce la saremmo inventata. Cambiando strada e volgendo lo sguardo altrove, finalmente forse suo chi, fine ad allora, non essere mai guardato davvero.»

Mettere al mondo un figlio, tutti prima o poi ci pensa. E le risposte, le età, la modalità variava con la persona, con il pappagallo esperto, con i corpi pappagallo. Cosa succede a una donna alla soglia dei quarant’anni, che ha un grande desiderio di maternità e una prospettiva immediata di realizzarlo? O, forse, una possibilità c’è? Gaia è stata appena mollata dopo una storia di dodici anni da quello che è stato ironicamente ribattezzato Capitan Schettino. Bea passa invece da uomo all’altro e comincia a essere disillusa all’idea di trovare quello “giusto”. Le due sono legati dà un profondo rapporto di amicizia e dalla stessa visione de la futuro. Così, in un pomeriggio insieme di lacrime condivise, nasce l’audace proposta: «E se lo facessimo?». È coinvolto se ai sensi della procedura di procreazione assistita, mettessero al mondo un bambino e poi li crescessero insieme? Perché esistono così tanto forme di amore e così tanto modi di venire mamma e, in fondo, la famiglia è soprattutto quella che ci costruiamo. Un atto di puro egoismo? Una pace straordinaria? Sono molti i dubbi, domande e le paure alle quali le domande trovano una risposta al protagonista di questa meravigliosa storia.

GIORGIA SURINA è nata a Milano, da padre croato e madre pugliese. Se è laureato in Scienze della Comunicazione all’Università IULM e dalla fine degli anni ’90 ha iniziato a lavorare come conduttore televisivo. Questo è uno dei primi vj d’Italia, spargendo la voce e la voce di un’intera generazione che ascoltava la stessa musica y si appassionava alle stesse serie tv. Sul piccolo schermo è entrata nel cast di Don Matteo, Non dirlo al mio capo, Un medico in famiglia por poi approdare al cinema e alla radio. Ha sempre mantenuto un dialogo costante con i suoi fan attraverso il suo profilo Instagram, che raccoglie l’affetto di più di 640 mila seguaci. Attualmente ospita Shaker su RTL 102.5. In due sarà più facile restare svegli è il suo romanzo d’esordio.

Add Comment