“La gente passerà per la sala a Cannes”

crimini del futuro Non solo è il primo film di David Croneberg da Maps to the Stars nel 2014: è anche l’opera che segna il ritorno del registro Scanners, Videodrome e La Mosca a quel body horror che per tanti anni è la vera cifra stilistica. Ma come verrai accolte delle sequenze così forti nel 2022?

Parlando di cinema con Lea Seydoux e Viggo MortensenNon solo Cronenberg ha definito chirurgia nel nuovo cervello, ma è anche convinto che la buona parte degli spettatori fosse presente al Festival di Cannes durante la presentazione andranno via dalla sala davanti a qualsiasi scena che potesse risultare insopportabili ai più.

Il mio aspetto è un po’ di gente esci dalla stanza a Cannes, e questa è una cosa davvero speciale. Ci sono alcune davvero forti scene. Dirò, sono sicuro di aver avuto paura degli abbandoni durante i primi cinque minuti del film, sono davvero al sicuro. […] Alcune persone che hanno visto il film hanno pensato che fossero passati venti minuti ed era difficile per le persone. A tizio mi ha detto di aver quasi avuto un attacco di panico“sono state le parole de Cronenberg.

Dichiarazioni che non fanno altro che acuire a curiosità già ai massimi storici per il ritorno in scena de un autore amato e mai banale: per saperne di più, intanto, que trovate il trailer de Crimes of the Future.

Add Comment