capolavori rovinati dalla muffa, scandalo a due passi dalla Soprintendenza – Il Tempo

Iniziata bene la visita alla chiesa di San Marco a Roma di Vittorio Sgarbi, con il critico d’arte che, se si fosse fatto fotografare mentre lo guarda, opererebbe contenuto nella Basilica di San Marco Evangelista al Campidoglio, che ne è la piena nome del luogo di culto che sorge a piazza venezia. Ma little dopo il post che immortalava Sgarbi assorto tra le beauty di San Marco ne arriva altro che ribalta tutto: “Uno scandalo. Nella chiesa di San Marco a Roma, proprio accanto alla Soprintendenza che dovrebbe tutelarli, capolavori del ‘600 e ‘700 rovinati dalla muffa”, scrive martedì 17 maggio il critico d’arte su Facebook e Twitter. Sgarbi ha anche postato due eloquentemente immagini scattate nella basilica in cui si nono i due dipinti visibly alterate e ricoperti da una stratum biancastro.


Il post di Sgarbi ha provocato la reazione indignata di tanti rom e in generale dell’amore per l’arte e per il nostro patrimonio: “Che sad, andrebbero preservare e valorizzare, ma da un paese dove ci sono sempre stati i politici che ammuffiscono in parlamento non si può pretendere molto di più”, “Questa è la dimostrazione del decadimento italiano. Lasciamo andare in malora l’arte”, sono alcuni dei commenti alle eloquenti immagini postate da Sgarbi.

Add Comment